Messo in archivio il fine settimana del Gran Premio di Abu Dhabi, ventiduesimo ed ultimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno 2022, è tempo di pensare a quello che ci attenderà nel 2023. La stagione in arrivo sarà quanto mai interessante, con Max Verstappen che proverà a difendere il suo titolo dagli attacchi di Ferrari e Mercedes, in una annata che si svilupperà sulla cifra record di 24 gare.
Le novità non mancheranno e inizieranno dalla line-up dei piloti. Nelle 10 scuderie al via del prossimo campionato, infatti, vedremo 4 volti nuovi (uno, in realtà, sarà un ritorno, ovvero Nico Hulkenberg), più due cambi di team, evento che negli ultimi anni non si era manifestato con particolare frequenza. Ancora una volta, purtroppo, non vedremo in azione un pilota italiano; l’ultimo in ordine di tempo, Antonio Giovinazzi, rimarrà con il ruolo di “terzo” in Ferrari.
Le Nazioni saranno rappresentate in maniera davvero particolare. 20 piloti al via ma di 15 Paesi differenti. Solamente l’Inghilterra avrà 3 rappresentanti, quindi 2 a testa per Olanda, Spagna e Francia, quindi uno solo per Principato di Monaco, Germania, Cina, Stati Uniti, Canada, Messico, Giappone, Finlandia, Danimarca, Australia e Thailandia.
Formula 1
Ufficializzate le sedi delle sei Sprint Race del prossimo anno
4 ORE FA
Andiamo, quindi, a conoscere nel dettaglio la line-up dei piloti del Mondiale di Formula Uno 2023 con tutti i movimenti avvenuti.

LA LINE-UP DEI PILOTI DEL MONDIALE DI F1 2023

Mercedes

Lewis Hamilton
George Russell
Tutto confermato, dunque, per il team di Brackley. Lewis Hamilton e George Russell faranno di nuovo coppia, con il “Re Nero” che sta già lavorando al rinnovo del suo contratto per allungare ancora la sua avventura con le Frecce d’argento. Dall’altra parte il suo giovane vicino di box vuole salire ulteriormente di status, dopo un esordio in Mercedes quanto mai positivo.

Red Bull

Max Verstappen
Sergio Perez
Anche in casa Red Bull non ci saranno novità. Max Verstappen ha un contratto fino al 2028, Sergio Perez fino al 2024, per cui la parola d’ordine è “stabilità”. L’olandese partirà per centrare il terzo titolo consecutivo, il messicano proverà a rendergli la vita un po’ più complicata di quanto visto nel 2022 perchè, al momento, tra i due il gap è amplissimo.

Ferrari

Charles Leclerc
Carlos Sainz
Anche a Maranello non ci saranno novità. Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno il contratto in scadenza (entrambi) al termine del 2024, per cui si cercherà di crescere ulteriormente dopo un 2022 di notevole risalita dopo i guai di 2020 e 2021. Il monegasco vuole davvero lottare per il titolo, lo spagnolo non vuole essere da meno. Propositi ambiziosi che ruoteranno attorno alla nuova vettura e, soprattutto, al suo sviluppo…

McLaren

Lando Norris
Oscar Piastri
La prima succosa novità del 2023 arriva grazie al team di Woking. Al fianco del confermatissimo Lando Norris non ci sarà più Daniel Ricciardo, bensì l’australiano Oscar Piastri. Il classe 2001 è additato come un sicuro talento del motorsport e formerà una coppia giovane e frizzante con l’inglese che, dopo un 2022 faticosissimo, vuole tornare ai livelli degli anni precedenti.

Alpine

Esteban Ocon
Pierre Gasly
“Vive la France” si potrebbe dire. Esteban Ocon rimane il punto di riferimento del team transalpino, mentre al suo fianco non vedremo più Fernando Alonso, ma Pierre Gasly. L’ex pilota dell’AlphaTauri saluta Faenza e cerca questa nuova avventura per rilanciarsi, dopo un 2022 nettamente al di sotto delle sue qualità e aspettative.

AlphaTauri

Yuki Tsunoda
Nyck de Vries
Salutato Pierre Gasly, arriva Nyck de Vries. L’ex pilota del team Mercedes trova un sedile ufficiale, dopo aver stupito nel GP di Monza con un nono posto con l’Aston Martin dopo aver disputato la FP1 con la Williams. Per Yuki Tsunoda un’altra opportunità per far vedere le proprie qualità, dopo un anno non semplice.

Aston Martin

Fernando Alonso
Lance Stroll
Una delle grandi novità del campionato: fuori Sebastian Vettel, dentro Fernando Alonso. Lo spagnolo, nonostante abbia ampiamente valicato quota 41 anni, ha ancora enorme voglia di correre, e lo conferma avendo siglato un accordo pluriennale per il team inglese. Al suo fianco il figlio del “patron”, ovvero Lance Stroll che proverà a scrollarsi di dosso la nomea di “raccomandato”.

Alfa Romeo

Valtteri Bottas
Zhou Guanyu
Anche in questo caso, coppia confermata. Valtteri Bottas sarà di nuovo il punto di riferimento del team, mentre Guanyu Zhou cercherà di meritarsi la conferma dopo un anno di esordio non propriamente scintillante. Dopo un inizio di 2022 incoraggiante, la vettura è crollata. Sarà così anche nel 2023?

Williams

Alexander Albon
Logan Sargeant
Se ne va Nicholas Latifi, arriva lo statunitense Logan Sargeant, che ha ottenuto i punti che gli mancavano per la Super Licenza proprio nel fine settimana di Abu Dhabi. Alexander Albon cercherà conferme dopo un 2022 (per quanto possibile) positivo, mentre il suo nuovo vicino di box sarà tutto da scoprire dopo un solo anno in F2.

Haas

Kevin Magnussen
Nico Hulkenberg
Il team americano sancisce uno degli addii più dolorosi, con l’appiedamento di Mick Schumacher. Al suo posto arriva “l’usato sicuro” di Nico Hulkenberg, mentre è confermatissimo il danese Kevin Magnussen, reduce dalla scintillante pole position di Interlagos.

Verstappen: "Dopo GP Brasile, mia famiglia minacciata. È inaccettabile!"

Formula 1
FIA: "Budget Cap? Sanzione Red Bull equa. I rivali volevano il sangue"
04/12/2022 ALLE 15:18
Formula 1
Addio a Patrick Tambay. Fu il sostituto di Villeneuve in Ferrari
04/12/2022 ALLE 14:17