Non è stato un ritorno facile per lo spagnolo Fernando Alonso in F1. L’asturiano, dopo l’annunciato ritiro dal Circus, ha deciso di ritornare e di mettersi al volante dell’Alpine (ex Renault).
I primi appuntamenti iridati hanno messo in evidenza per Fernando una difficoltà di fondo, legata a una mancanza di feeling con la monoposto anglo-francese. Indubbiamente, il poco tempo dedicato ai test pre-stagionali ha complicato la vita al due volte campione del mondo. In un’intervista concessa al sito della F1, infatti, l’iberico ha sottolineato come e quanto il suo compagno di squadra Esteban Ocon sia avanti a lui.
GP Spagna
Vettel derubato dopo GP Spagna, insegue rapinatori in monopattino
IERI A 18:59
Sto dando il mio 100%, ma ovviamente non è abbastanza per essere al livello di Esteban, quindi devo continuare a migliorare. Penso che sia bravo, lo stiamo vedendo. È in ottima forma in questo momento, completamente integrato nella squadra, ha centrato il podio lo scorso anno in Bahrain nell’ultima parte del campionato e ora sta disputando weekend perfetti. Questo è buono, impressionante quello che sta ottenendo.
Il concetto dello spagnolo è molto chiaro: è necessario tempo per riuscire a recuperare il terreno perduto e le tante gare in successione potranno dargli questa opportunità. L’ardore e la voglia di emergere si sono notati soprattutto nel GP di casa in Spagna: “Eravamo veloci. Aspettiamo un paio di GP ma penso che possiamo essere la quinta squadra, dietro Ferrari e McLaren, e questa è una buona notizia perché nelle prime due gare è stato difficile anche entrare in Q3. C’è ancora del lavoro da fare, anche su strategie di gara e comprensione delle gomme”, le sue parole.

Alonso, Schumacher, sprint race: le novità della F1 2021

GP Monaco
Binotto: “La Mercedes si inserirà nella lotta Ferrari-Red Bull”
IERI A 13:27
GP Spagna
Ferrari, servono affidabilità e una squadra a due punte
IERI A 09:32