All’indomani di un Gran Premio del Messico decisamente negativo in ottica iridata, Lewis Hamilton ha voluto ricompattare (per quanto possibile) l’ambiente Mercedes in vista delle ultime quattro gare della stagione tramite un post su Instagram in cui ha voluto tendere virtualmente la mano al compagno di squadra Valtteri Bottas.
Abbiamo avuto una brutta giornata, ieri ho detto che VB (Valtteri Bottas) ha lasciato la porta aperta e tutti sono saltati a criticare. Noi siamo una squadra e vinciamo e perdiamo come una squadra, non c’è una sola persona responsabile nel vincere o perdere: bene o male facciamo tutto insieme. Potete essere capaci di batterci, ma non di spezzarci: alla prossima Valtteri, continuiamo a spingere fratello“, scrive il sette volte campione del mondo.
GP Spagna
Pagelle: Leclerc iellato, Sainz insufficiente, Russell patente da big
15 ORE FA
In un altro messaggio, il “Re Nero” ha voluto chiarire meglio una frase (“Il fatto che lui fosse vicino a me fa capire quanto la Red Bull fosse veloce“) pronunciata ieri nel post-gara a proposito di Sergio Perez: “Ho molto rispetto per Checo Perez e credo che stia facendo un gran lavoro nel suo nuovo team. È migliorato molto quest’anno e so quanto sia difficile adattarsi e progredire in una nuova squadra“, scrive Hamilton sui social.
Ci vuole del tempo. Il mio commento significa semplicemente che seguire un’altra vettura in Messico è la cosa più difficile. Questo a causa della scarsa resistenza all’avanzamento che tutti abbiamo. Ed è questo il motivo per cui ci sono pochi sorpassi. Nonostante ciò Sergio è stato capace di seguirmi da vicinissimo, questo evidenzia quanto carico siano stati capaci di portare. Grande Checo per averlo fatto“.

Black Lives Matter, Hamilton e altri 13 piloti in ginocchio contro il razzismo al GP d’Austria

GP Spagna
Verstappen: "Ho mantenuto i nervi saldi, strategia vincente"
15 ORE FA
GP Spagna
Amarezza Leclerc: "Fa male, ma il feeling con la F1-75 è tornato"
16 ORE FA