Dopo l’annuncio del calendario relativo al Mondiale 2023, che annovera ben 24 appuntamenti in agenda, a prendere la parola, in una dichiarazione a Motorsport, è stato il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, che ha espresso il suo punto di vista e le sue perplessità in merito all’uso e al quantitativo di power unit a disposizione per ogni pilota a la sua vettura.
“Per i prossimi anni bisogna valutare un aumento del numero delle power unit a disposizione: forse sono troppo poche”, ha affermato Binotto lanciandosi poi in una dichiarazione sul regolamento e sulla gestione delle penalità: “Per un tifoso non è bello vedere una monoposto in pole position che non può scattare davanti a tutti perché ha subito delle penalità in griglia. Tanto tempo per scrivere il regolamento? Il motivo è che ci sono certamente interpretazioni diverse e il regolamento non è abbastanza chiaro. Questo è qualcosa che dobbiamo affrontare certamente per il futuro”.
Poi, il dirigente del “Cavallino” ha concluso così: “Penso che non solo come decidiamo la posizione della griglia in base alle sanzioni, penso che anche la quantità di sanzioni che abbiamo siano esagerate”.
Formula 1
Ecco il calendario del 2023. Si parte il 5 marzo, ben 24 gare totali
20/09/2022 ALLE 16:07

La Formula Uno sbarca a Belgrado con Coulthard e la Red Bull

Formula 1
Ferrari vittima di un attacco hacker! 7 GB di file pubblicati online
IERI ALLE 11:15
GP Singapore
Leclerc: "Puntiamo alla pole. La prestazione c'è, servono più giri"
30/09/2022 ALLE 18:32