Un fulmine a ciel sereno? Decisamente sì. In queste ultime ore la Racing Point, scuderia di F1 finita al centro della scena per le polemiche relative al proprio progetto molto simile (per non dire uguale) alla Mercedes del 2019, sembrava orientata a confermare i propri piloti in vista di quel che sarà, ovvero il messicano Sergio Perez e il canadese Lance Stroll.

Le dichiarazioni di Otmar Szafnauer, Team Principal della squadra, ad Auto Motor und Sport lasciavano presagire una conferma dello status quo: “I nostri piloti li abbiamo confermati già due anni fa, non c’è più nulla da aggiungere“. E invece a quanto pare la piega della vicenda è diversa perché Perez, sui propri canali social, ha annunciato che al termine di questo Mondiale 2020 lascerà il team.

Formula 1
Ferrari e McLaren firmano il nuovo Patto della Concordia: in Formula 1 almeno fino al 2025
18/08/2020 A 19:48

Una decisione che quindi porterà nel 2021 il tedesco Sebastian Vettel in questa scuderia? Stando alle dichiarazioni di Szafnauer non ci sarebbe nulla, ma con la partenza di Perez una porta si è aperta. Ricordiamo che, a partire dall’anno prossimo, la Racing Point si trasformerà in Aston Martin e per il celebre marchio automobilistico britannico l’ingaggio del quattro volte iridato potrebbe avere delle ricadute importanti sul piano economico in termini di marketing e non solo per la pista. Resta da capire se ciò si concretizzerà o meno, tenendo conto delle tante difficoltà del teutonico quest’anno con la Ferrari, con cui chiuderà il rapporto a fine campionato.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Sebastian Vettel, quell'emozionante trionfo a Montreal con la Ferrari 14 anni dopo Schumacher

GP 70th Anniversary
Sebastian Vettel: "Futuro? Ho tante possibilità, anche al di fuori della F1"
06/08/2020 A 17:47
Formula 1
Domenicali vittoria della Ferrari. E ora Mercedes vende?
UN GIORNO FA