La confusione regna sovrana. Sono state delle qualifiche decisamente movimentate quelle del GP del Qatar, terzultimo round del Mondiale 2021 di F1. Sulla pista di Losail il britannico Lewis Hamilton ha ottenuto la pole-position su Mercedes con il tempo di 1:20.827 a precedere l’olandese della Red Bull Max Verstappen e l'altra Mercedes di Valtteri Bottas.
Tuttavia, i giochi potrebbero non essersi chiusi poiché Max Verstappen (Red Bull), Carlos Sainz (Ferrari) e Valtteri Bottas (Mercedes) sono sotto investigazione per mancato rallentamento in regime di bandiera gialla nel corso delle qualifiche del GP del Qatar di F1. Se fossero trovati colpevoli, i tre piloti rischiano di essere penalizzati e di partire più arretrati in griglia. Un problema non da poco soprattutto per l'olandese che è chiamato a difendere i 14 punti di vantaggio su Lewis Hamilton. L’incontro è in programma alle 13 di domani in Qatar, le 11 in Italia, 4 ore prima del via del GP e la decisione è attesa a stretto giro di posta.
Gran Premio del Qatar
Leclerc: "13° in griglia? Non me lo spiego", Hamilton: "Grande pole"
20/11/2021 A 16:13

L'episodio incriminato e cosa rischiano i tre piloti?

A mettere in allarme i commissari è stato quanto accaduto negli ultimi scampoli del time-attack quando il francese dell’AlphaTauri Pierre Gasly a causa di una foratura si è fermato lungo il rettilineo dei box e questo ha imposto ai piloti di rallentare per l’esposizione della doppia bandiera gialla. In caso di colpevolezza, il leader del campionato e gli altri colleghi potrebbero essere penalizzati di 5 posizioni in griglia e di 3 punti sulla patente di F1. Staremo a vedere.

Da Lauda a Grosjean, gli incidenti miracolosi della F1

Gran Premio del Qatar
Hamilton, pole 102 in Qatar. Verstappen 2°, Sainz 7°, Leclerc 13°
20/11/2021 A 13:53
GP dell'Arabia Saudita
Leclerc, che botta! Distrugge la sua Ferrari nelle libere 2
19 ORE FA