Se la Ferrari fosse una squadra normale, ci sarebbero le basi per costruire un futuro interessante e magari anche vincente. Ma la Ferrarinon sarà mai una squadra normale per le attenzioni che si trascina dietro. A Maranello sono abituati a navigare nella tempesta, anche nel fine settimana di Abu Dhabi lo hanno dimostrato, conducendo in porto Leclerc e la squadra verso il secondo posto Costruttori e Piloti, mentre fuori continuavano le chiacchiere sul futuro di Mattia Binotto.
La stagione della Scuderia non è stata vincente, ma è stata positiva. Binotto le ha dato un voto che va dal 7 e mezzo all’8. Non ha esagerato perché il passo avanti è stato notevole e all’inizio dell’anno nessuno si aspettava una stagione così, con 4 vittorie e 12 pole position (nuovo record). Ha avuto punte di felicità infinita. Ma poi ha avuto anche giornate di tristezza. Motori che saltano sul più bello fino a che non si è deciso di limitarli un po’. Errore di strategia imbarazzanti come a Montecarlo e a Silverstone. Scelte inquietanti come quella della scorsa settimana nelle qualifiche in Brasile.
Formula 1
Binotto: "Risultato meritato, non ci siamo distratti da speculazioni"
20/11/2022 ALLE 15:56
C’è tanto da migliorare, ma il punto di partenza è decisamente migliorato. La Ferrari ha una sua strada da seguire, non deve copiare Red Bull o Mercedes. Rivoluzionare oggi la Gestione Sportiva con l’arrivo di un nuovo capo potrebbe far scivolare indietro il tutto. Ha ragione Binotto quando racconta che il lavoro del team nel weekend di Abu Dhabi la squadra ha mandato un segnale forte: vuole stabilità. La stabilità in Formula 1 paga.
Lo racconta la storia della Red Bull e della Mercedes e della stessa Ferrari che ai tempi di Jean Todt ci mise parecchio a diventare competitiva. La Scuderia oggi fa rinforzata. Binotto va aiutato, non rimosso. Ha commesso degli errori, ma quando si decide di cambiare un allenatore normalmente si prova ad ingaggiarne uno più bravo, non chi in Alfa Romeo Sauber in questi anni non è riuscito a far svoltare un team che aveva visto aumentare il suo budget. E poi sinceramente dareste la Ferrari ha chi ha ingaggiato un Bottas a fine carriera non dovendogli far fare la spalla di Hamilton?

Frederic Vasseur, il team principal che secondo i rumors - poi smentiti - avrebbe dovuto sostituire Binotto insieme a Valtteri Bottas

Credit Foto Imago

Vedremo quel che succederà. Con la Ferrari non si può mai sapere. Il futuro è nelle mani del presidente. Solo John Elkann sa che cosà ne sarà di Binotto.

Crozza-Binotto sul rincaro benzina: "Le nostre Ferrari vanno a pellet..."

GP Abu Dhabi
Binotto: "Io via dalla Ferrari? Voci infondate, penso al futuro"
19/11/2022 ALLE 11:06
GP Italia
GP Italia F1 2022: orari Diretta tv e Live-Streaming
05/09/2022 ALLE 14:53