La stagione 2021 della Formula Uno non è ancora pronta per il suo via ufficiale, dato che i test pre-stagionali arriveranno solamente a marzo, ma è già tempo di rimboccarsi le maniche in casa Ferrari. Da questo punto di vista è importante ascoltare le parole che Mattia Binotto, team principal della scuderia di Maranello, ha rilasciato al sito ufficiale della Formula Uno.
“Dopo un 2020 complicato il mio team ha avuto la piena fiducia sia del presidente John Elkann sia del vicepresidente Piero Ferrari, ma ad ogni modo, so bene che il mio tempo a Maranello non sarà infinito, come so che la squadra dovrà migliorare tanto rispetto alla scorsa annata”.
Miglioramenti che dovranno arrivare davvero ad ogni livello ma che, come spiega Binotto, non si materializzeranno tramite una rivoluzione interna.
Formula 1
La Formula 1 dice addio a Frank Williams
18 ORE FA
“Non ci saranno stravolgimenti particolari nei nostri piani attuali, nè pensando al futuro".
.
Un 2020 che, per le enormi difficoltà che ha presentato, merita una retrospettiva del team principal.
“Nel complesso si è trattata di una annata intensa e complicata, sotto diversi aspetti. Al netto di questo la nostra prestazione è stata inadeguata: arrivare al sesto posto tra i costruttori è un risultato pessimo, dato che dal 1980 ad oggi non era mai successo. Ad ogni modo penso che questi mesi ci abbiano visto investire molto sul domani. Stiamo cercando di creare basi solide per il futuro per tornare davvero competitivi e aprire un nuovo ciclo vincente con Charles Leclerc e Carlos Sainz”.

Binotto: "Sainz pilota concreto e robusto: è il compagno ideale da affiancare a Leclerc"

Formula 1
Sainz: "Chiarezza dopo l'episodio tra Hamilton e Verstappen"
26/11/2021 A 22:39
Formula 1
Todt: "Non ho mai considerato Schumacher il migliore di sempre"
26/11/2021 A 13:30