“Posso prendermi un istante per dire che il bullismo non va bene? Mio figlio di 10 anni non ne può più a causa dei bulli. Gli hanno rubato e calpestato il cappellino della McLaren, uno degli oggetti a cui è più affezionato, lasciandolo sconsolato”. Questo è un tweet di una mamma, con tanto di foto del suo piccolo Luis col volto segnato dalla colluttazione con i suoi (seppur giovani) aggressori, spaventata e stanca per questa situazione purtroppo ancora comune a molti coetanei del suo bambino.
La McLaren e soprattutto Daniel Ricciardo hanno risposto repentinamente all’appello della signora, anche perché la loro attenzione è stata richiamata dai molteplici tag sotto il post social. "Mi dispiace venire a conoscenza di questo episodio ma non stressarti amico – ha digitato il pilota australiano. Ti fa sembrare un duro! I bulli sono la parte debole, non dimenticarlo. Ti farò avere un nuovo cappello e tanti altri gadget. Su col morale, piccolo amico!".
GP Stati Uniti
Perez davanti a tutti nelle FP2, fatica la Ferrari
11 ORE FA
Anche la scuderia britannica ha risposto allo sfogo della madre, sottolineando la loro estrema vicinanza e sensibilità sul tema: "A tutti i gentili e meravigliosi fan là fuori che hanno sostenuto questo giovane forte vogliamo solo far sapere che insieme a Lando Norris e Daniel Ricciardo ci siamo occupati della vicenda. Il bullismo è una piaga e noi siamo con tutti voi contro questo fenomeno”. Insomma, il piccolo Luis adesso avrà le spalle coperte dalla squadra per cui fa il tifo e i suoi idoli Ricciardo e Norris.

Ferrari, Mercedes, Red Bull: le macchine del Mondiale F1 2021

GP Stati Uniti
Verstappen, dito medio a Hamilton nelle libere: "Stupido idiota"
11 ORE FA
GP Stati Uniti
Doppietta Mercedes nella FP1, poi Verstappen e le Ferrari
14 ORE FA