Attraverso un comunicato emanato sui propri canali di comunicazione, la Red Bull ha sospeso con effetto immediato il giovane Juri Vips a causa di commenti razzisti durante una sessione di gaming online insieme all'amico e compagno di compagno di academy Liam Lawson: "La Red Bull Racing ha sospeso il pilota junior Juri Vips da tutti i compiti del team con effetto immediato, in attesa di un'indagine completa sull'incidente". Le frasi incriminate sono due, Vips ha infatti tristemente detto 'c'è un ne**o' e, successivamente, si è rifiutato di indossare un cappellino rosa dicendo 'E' da gay'.
Inoltre, il team austriaco ha precisato: "Come organizzazione condanniamo ogni tipo di abuso, abbiamo una politica di tolleranza zero per il linguaggio o il comportamento razzista". In questa stagione, Juri Vips ha partecipato alla prima sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna a Montmeló, sostituendo il messicano Sergio Pérez.
GP Gran Bretagna
Hamilton e Vettel in coro: "Razzismo è intollerabile. Serve agire"
UN' ORA FA

Sainz: "Ho fatto di tutto per raggiungere Verstappen, non è bastato"

GP Gran Bretagna
Ferrari, Silverstone per riaprire il Mondiale. A luglio poker cruciale
12 ORE FA
GP Gran Bretagna
Charles Leclerc: “Speriamo di avere un weekend pulito"
17 ORE FA