Nubi minacciose si stagliano sul Mondiale 2021 di Formula 1. Secondo quanto rivelato dal Corriere dello Sport, infatti, la prossima edizione del campionato del mondo rischia di perdere un altro pezzo importante. Il Gran Premio di Cina, in programma l'11 aprile sulla pista di Shanghai, non si disputerà a causa dell'emergenza Covid: impossibile (ed economicamente insostenibile) rispettare le 2 settimane di quarantena obbligatorie prima di entrare nel Paese e altrettanto impossibile spostare in altra sede la gara o recuperarla più in là nel tempo. Si tratta, quindi, del secondo GP cancellato dopo quello in Australia, che era inizialmente previsto per il 21 marzo e che verrà ricollocato sul finire della stagione.

Formula 1
F1: Renault, che sorpresa! Davide Brivio è il nuovo CEO
06/01/2021 A 17:40

A rischio i GP di Spagna e Monaco

Secondo il quotidiano romano, quindi, il calendario 2021 rimane avvolto nel mistero. Una certezza c'è: si partirà il 28 marzo in Bahrain, circuito che ospiterà anche i test invernali al posto di Barcellona, e successivamente ci si trasferirà subito in Europa dove, tuttavia, le incognite non mancano. L'11 e il 25 aprile si dovrebbe correre rispettivamente a Portimao e a Imola, ma forti dubbi avvolgono i GP di Spagna (9 maggio) e Monaco (23 maggio). Impossibile definire un calendario allo stato attuale, con le disposizioni sanitarie che cambiano continuamente e sono diverse da Paese e Paese.

Hamilton, 36 anni da leggenda! Tutti i record di un fuoriclasse

Formula 1
F1, dal 2021 potrebbe cambiare il format del weekend di gara
31/12/2020 A 11:20
Formula 1
Bufera in F1: posta un video di molestie, poi si scusa
09/12/2020 A 11:57