Toto Wolff dice la sua, a modo suo, riguardo il cambiamento delle regole aerodinamiche che la FIA ha imposto alle scuderie in vista di questo Mondiale di Formula Uno 2021, nel tentativo di ridurre la downforce delle monoposto a tutela delle gomme Pirelli.
Le parole del team principal della Mercedes arrivano a seguito delle stilettate di Otmar Szafnauer, team principal dell’Aston Martin, che sosteneva come le novità aerodinamiche fossero state decise per colpire proprio la Mercedes e le monoposto che adottano un assetto con poco rake.
Formula 1
Incidente Hamilton-Verstappen, alla Red Bull danni per 1,5 milioni
23/07/2021 A 21:29
“Capisco che il tema sia stato sollevato, è lecito domandarsi quale sia stata la motivazione che ha portato all’adozione di quelle regole aerodinamiche – le sue parole riportate da motorsport.com – E penso che ci sia sempre il diritto di andare a rivedere le cose per capire come sono andate effettivamente, parlandone con la FIA. Ecco perché rispetto la richiesta dell’Aston Martin di fare luce sull’intera faccenda. Forse l’obiettivo eravamo noi e loro pagano quelli che sono dei… Danni collaterali. Quindi che si proceda pure”.
Toto Wolff ha, quindi, preferito glissare con una battuta un caso che stava per diventare spinoso. Otmar Szafnauer, invece, aveva chiesto alla FIA un incontro chiedendo che si aprisse un’inchiesta sul cambiamento delle regole e, dopo i meeting con i commissari tecnici, ha spiegato: “Sono abbastanza soddisfatto che siano stati fatti tutti i passi corretti. La discussione non è conclusa perché vogliamo verificare tutti i passaggi decisionali, dobbiamo capire qual è stato l’intero processo per essere certi che sia stato davvero equo”.

Vettel, 14 anni di soprannomi alle monoposto: da Gina a Bond Girls

GP Italia
Ufficiale: a Monza la seconda Qualifying Race
22/07/2021 A 19:19
Formula 1
Wolff: "Red Bull troppo dura contro Lewis"
22/07/2021 A 15:27