Il giorno più atteso dagli appassionati di Formula 1 italiani è finalmente arrivato. La SF21, la Ferrari con cui Charles Leclerc e Carlos Sainz participeranno al Mondiale 2021: ultima monoposto dello schieramento a svelarsi la squadra di Maranello si è presentata a meno di 48 ore dalla prima giornata di test invernali prevista venerdì sul tracciato di Sakhir, una vettura che sarà chiamata a riscattare un 2020 al di sotto di tutte le aspettative, un obiettivo non facile da raggiungere dato che la maggior parte delle risorse sono concentrate sul 2022, anno in cui la F1 seguirà un nuovo regolamento.

Rossa amaranto e con un una power unit rivisitata: le principali novità

A spiegare le novità principali di questa nuova attesissima monoposto è stato il team principal del Cavallino Rampante, Mattia Binotto che è entrato nel dettaglio dei cambiamenti di questa vettura cambiata in tutte le aree in cui era possibile intervenire e che ci si augura possa invertire il trend di una stagione disastrosa, la peggiore per la Rossa in Formula 1 dal 1980.
Formula 1
Hamilton si finge ingegnere Mercedes, sorpresa a 3 bambini
8 ORE FA
“La SF21 è una vettura che nasce da quella dell’anno scorso, per motivi anche regolamentari è in parte congelata, però è una vettura che abbiamo cercato di migliorare in tutte le sue aree ovunque fosse possibile. L’aerodinamica è rivista, la power unit è completamente nuova. È una vettura che cambia anche nella sua livrea. Come vedete il posteriore della vettura richiama l’amaranto della primissima vettura da corsa della Ferrari, la 125 S, lo stesso colore che abbiamo usato l’anno scorso al Mugello per celebrare e festeggiare i nostri 1000 Gran Premi. Questa è una stagione di grandi sfide, partiamo visivamente dalla nostra storia, ma ci proiettiamo verso il futuro sempre contraddistinto dal nostro rosso Ferrari”.

Ferrari SF21, il video della nuova rossa di Leclerc e Sainz

Le modifiche alle power unit 065/6

Ad illustrare le modifiche fatte al motore e alla power unit 2021 è stato Enrico Gualtieri, ingegnere responsabile dello sviluppo di questa area.
"Enzo Ferrari diceva che il motore è il cuore di una monoposto, che ha un’ anima. Questo descrive la responsabilità che tutti noi motoristi in Ferrari sentiamo quando ripensiamo alle sue parole. A Maranello esiste una straordinaria cultura motoristica, ma sappiamo che i successi del passato non sono una garanzia per quelli futuri. Sappiamo che una storia gloriosa non è garanzia di vittoria nel nostro sport è necessaria un’attenzione maniacale alle proprie aree di miglioramento. Bisogna imparare costantemente dagli errori e dalle sconfitte e lavorare sodo, con umiltà. Questa consapevolezza, unita alla nostra passione ed alle competenze nostre e dei nostri partner tecnici, l’abbiamo riversata sul progetto power unit 065/6 per la stagione 2021. Insieme ai colleghi del telaio abbiamo lavorato tanto sul layout della power unit per cercare di rendere più efficace possibile il progetto complessivo della vettura. Sul motore a combustione interna abbiamo continuamente lavorato per cercare di aumentare il grado di efficienza termica del motore stesso insieme a Shell. Questo ha portato ad un vantaggio stimabile in oltre un decimo di secondo nel tempo sul giro. Abbiamo lavorato tanto sul turbocompressore, sulla parte di alimentazione per seguire le esigenze del motore, e sulla sua parte di efficienza, per aumentare il recupero di energia dai gas di scarico".

La Ferrari SF21 di Charles Leclerc e Carlos Sainz (Credit Photo Official website Ferrari)

Credit Foto Ferrari S.p.A.

Dal cambio alle sospensioni all’ala anteriore: le modifiche sul telaio della Ferrari SF21

Profondamente cambiata nel motore ma anche nel telaio questa nuova vettura. Nuove sospensioni, completamente rivisto anche il cambio: cambiamenti che hanno permesso di snellire molto il retrotreno rispetto alla SF1000. Di questo e di altro ha parlato il responsabile dell’area telaistica Enrico Cardile.
"Per la SF21 abbiamo dovuto scegliere un’area della vettura sulla quale concentrare maggiormente i nostri sforzi. Abbiamo scelto la parte posteriore ridisegnando un nuovo cambio e nuove sospensioni. Questo, in aggiunta al lavoro svolto con i colleghi della power unit, ha permesso di ottenere un retrotreno molto più rastremato rispetto a quello della SF-1000. Anche il sistema di raffreddamento è stato oggetto delle nostre attenzioni, abbiamo aumentato l’autorità del radiatore centrale e abbiamo disegnato un bodywork più downwashing della SF-1000. L’aerodinamica è stata una di quelle aree impattate dalle modifiche regolamentari volte a ridurre la capacità di sviluppare carico verticale a salvaguardia dell’integrità delle gomme. Per questo motivo quando abbiamo cominciato lo sviluppo aerodinamico della vettura ci siamo dati due obiettivi, da una parte recuperare il carico verticale perso al contempo riducendo la resistenza all’avanzamento della vettura. La parte anteriore della vettura da regolamento ha subito interventi decisamente meno radicali. Abbiamo sviluppato una nuova ala anteriore che lavora con un naso di nuova concezione, ma telaio e sospensioni anteriori sono quelle della SF-1000. Le sfide di certo non ci spaventano, le affronteremo come sempre uniti, coi i pieni per terra, consapevoli che dovremo lavorare tanto e bene per onorare al meglio il nome che portiamo”.

Il ds Mekies: "Charles e Carlos lavorano tanto insieme, loro entusiasmo sarà fondamentale"

Chi avrà la responsabilità di portare a casa i risultati con queste due vetture saranno Charles Leclerc e Carlos Sainz, dai quali ci si attende innanzitutto entusiasmo e collaborazione. Di loro ha parlato il direttore sportivo Laurent Mekies.
La stagione 2021 parte dalle lezioni che abbiamo imparato dal 2020, che è stato estremamente difficile. La scorsa stagione ci ha messo alla prova, sia in fabbrica che in pista. Abbiamo cercato di imparare dai nostri errori. Abbiamo provato a migliorare in quelle aree nelle quali semplicemente non siamo stati abbastanza forti. La fase iniziale del rapporto tra Carlos e Charles sta funzionando molto bene. Stanno già lavorando come compagni di squadra. Quando sono al simulatore fanno i brefing insieme quando parlano con gli ingegneri condividono le informazioni come se fossero già in pista. Naturalmente è facile avere buoni rapporti nei mesi invernali ma penso che entrambi apprezzino gli input reciproci e l’approccio della squadra. Può essere un buon inizio per la stagione. I piloti sono una parte fondamentale della squadra. Il loro entusiasmo e la loro complicità saranno fondamentali per rendere il 2021 un passo decisivo nella costruzione di un futuro migliore per il nostro team”.

Elkann: "2020 ci renderà più forti, nel 2021 incarneremo spirito vincente Enzo Ferrari"

A tirare le fila del discorso di questa presentazione virtuale è stato il presidente John Elkann che, a differenza di altre volte, non si è sbilanciato sui risultati ma si è focalizzato sui valori che la squadra perseguirà in questa annata delicata.
"Il 2020 è alle nostre spalle, ma non sarà dimenticato, anzi ci renderà più forti. Il 2021 è qui e non vediamo l’ora di tornare in pista. È stato eccitante vedere come Charles e Carlos hanno contribuito, assieme ai nostri tecnici e meccanici, alla preparazione della stagione. Questa eccitazione si può toccare con mano: tutti sono ansiosi di mettere in pista la vettura e dare il massimo. La presentazione è un momento molto speciale, il momento della verità. Ai nostri tifosi, agli appassionati della Formula 1: tutti noi in Ferrari vogliamo assicurarvi che onoreremo il nome del nostro fondatore Enzo Ferrari e che inizieremo il campionato 2021 con il suo spirito vincente. Grazie".

Binotto presenta la Ferrari SF21: "Migliorata in tutte le aree"

Ferrari, gli appuntamenti del 2021: si parte fra due giorni coi test in Bahrain

12-14 marzo test Bahrain
28 marzo GP Bahrain, Sakhir
18 aprile GP Emilia Romagna e del Made in Italy, Imola
2 maggio GP Portogallo, Portimao
9 maggio GP Spagna, Barcellona
23 maggio GP Monaco
6 giugno GP Azerbaijan, Baku
13 giugno GP Canada, Montreal
27 giugno GP Francia, Le Castellet
4 luglio GP Austria, Spielberg
18 luglio GP Gran Bretagna, Silverstone
1° agosto GP Ungheria, Budapest
29 agosto GP Belgio, Spa
5 settembre GP Olanda, Zandvoort
12 settembre GP Italia, Monza
26 settembre GP Russia, Sochi
3 ottobre GP Singapore
10 ottobre GP Giappone, Suzuka
24 ottobre GP Stati Uniti, Austin
31 ottobre GP Messico, Città del Messico
7 novembre GP Brasile, San Paolo
21 novembre GP Australia, Melbourne
5 dicembre GP Arabia Saudita, Jeddah
12 dicembre GP Abu Dhabi, Yas Marina

Enzo Ferrari: mito inarrivabile, orgoglio italiano

Formula 1
Mercedes sotto pressione. Wolff: “Possiamo vincere le ultime cinque gare”
IERI A 07:32
GP Stati Uniti
Verstappen avvisa Hamilton: ad Austin la Red Bull vince di testa
25/10/2021 A 11:30