Formula 1

Giovinazzi: "Sarebbe fantastico correre tre GP in Italia nel 2020, anche se a porte chiuse"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Antonio Giovinazzi of Italy and Alfa Romeo Racing is pictured at the roll out of the Alfa Romeo Racing C39 Ferrari during day one of Formula 1 Winter Testing at Circuit de Barcelona-Catalunya on February 19, 2020

Credit Foto Getty Images

DaOAsport
28/06/2020 A 07:46 | Aggiornato 28/06/2020 A 07:47

Dal nostro partner OAsport.it

Potrebbe arrivare domani la pubblicazione da parte di Liberty Media della seconda e ultima parte del calendario ufficiale stagionale del Mondiale di Formula 1 2020. A quanto pare, oltre alla consueta tappa di Monza del 6 settembre, ci sarebbe la possibilità di disputare addirittura altri due Gran Premi sul suolo italiano nelle settimane successive, anche se in particolare la presenza di Imola sembra ancora in dubbio. Dovrebbe essere sostanzialmente certo invece l’appuntamento del Mugello il 13 settembre con la denominazione di Gran Premio della Toscana. In un podcast su F1.com, ecco il commento di Antonio Giovinazzi.

Sono semplicemente molto contento di sentire che Imola possa diventare la terza gara italiana nel Mondiale 2020 di F1, anche perché se così dovesse essere sarà una cosa che non accadrà mai più. Diverrei così il primo pilota italiano a prendere parte a tre gare del Mondiale che si disputano in Italia. Come detto sarebbe davvero figo. Non sappiamo ancora se tutto questo si realizzerà, ma sono un grande fan di questa opportunità. DI certo non sarà la stessa cosa rispetto al 2019, perché la presenza del pubblico per me fa la differenza. Avere i tifosi che ci supportano. Sfortunatamente il pubblico non sarà presente.
GP Styria

Ferrari sempre più a fondo: qualcuno salvi il Cavallino dall'abisso

DA 36 MINUTI

Giovinazzi conosce bene tutti i circuiti in questione:

Tutte e tre le piste (Monza, Mugello e Imola, ndr) sono fantastiche. Riguardo Monza ho un sacco d’esperienza, ho fatto tante gare. Lo scorso anno ho fatto il mio primo GP d’Italia, dunque per me è una pista speciale. Per quanto riguarda il Mugello credo che per le monoposto attuali sia una pista incredibile, sarà fantastico fare un giro di qualifica su quel tracciato. Ma anche Imola, perché ha tanta storia, è una pista molto veloce. Voglio solo correre in tutte e tre le piste, perché sono fantastiche ed emozionanti.

erik.nicolaysen@oasport.it

Ferrari, Vettel: “Già mi mancano i tifosi, offriremo spettacolo per farli divertire dalla tv”

00:01:01

Formula 1

Vettel: "Leclerc non aveva alcuno spazio. Un vero peccato per la Ferrari"

DA 3 ORE
Formula 1

Leclerc: "Le scuse non bastano. Ho gettato il lavoro della Ferrari nel cestino"

DA 3 ORE
Contenuti correlati
Formula 1
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo