Il Gran Premio di Gran Bretagna 2020 è stato caratterizzato dalle ripetute forature che si sono verificate nel finale della gara. Lewis Hamilton, Valtteri Bottas e Carlos Sainzhanno visto il proprio pneumatico anteriore sinistro andare a pezzi negli ultimi giri. Anche Lando Norris si è lamentato di forti vibrazioni, indice del fatto che una delle sue gomme fosse probabilmente sul punto di cedere. Inoltre in casa Red Bull il pit-stop costato la vittoria a Max Verstappen è stato spiegato con la presenza di tagli sugli pneumatici dell’olandese che, alla luce di quanto accaduto a Bottas, hanno spinto il muretto a non rischiare di subire un’analoga disavventura.

Forature provocate da detriti in pista e usura eccessiva

La Pirelli ha affermato che le forature sono probabilmente state causate dai detriti sparsi in pista dalla rottura dell’alettone anteriore dall’Alfa Romeo di Kimi Räikkönen. Una tesi verosimile, considerando come tutti i problemi alle gomme si siano verificati proprio dopo tale inconveniente. Dunque non sarebbe il caso di allarmarsi. È anche vero che l’analisi degli pneumatici riportati nel paddock al termine della gara ha rivelato un’elevatissima usura. Al riguardo, non bisogna dimenticare un fatto, ovvero che l’ingresso della safety car dopo l’incidente di Daniil Kvyat ha spinto tutti i piloti ad anticipare la propria sosta. In questo modo gli pneumatici hanno dovuto percorrere dieci giri più del previsto, superando la “vita garantita” dal costruttore. Insomma, non dovrebbe esserci niente di anomalo o particolarmente critico.
Formula 1
La Formula Hamilton e i dolori di Liberty Media: quale sarà il futuro del Mondiale?
03/08/2020 A 10:39

Mescole più morbide e caldo torrido per il secondo GP di Silverstone

Nel weekend si correrà nuovamente a Silverstone, ma la situazione è destinata a cambiare rispetto al fine settimana appena andato in archivio. Infatti, quando a metà giugno sono state decise le mescole per i primi otto Gran Premi stagionali, la Pirelli ha scelto di differenziare quelle da utilizzare nelle due gare in Inghilterra. Quindi, se nel GP di Gran Bretagna sono state usate C1, C2 e C3, per il GP del 70° anniversario si utilizzeranno C2, C3 e C4.
Questo significa che dal 7 al 9 agosto si userannopneumatici più morbidi rispetto a quelli visti nei giorni scorsi. O meglio, la gomma dura del GP di Gran Bretagna non sarà ripresentata. La mescola media del GP di Gran Bretagna sarà la più dura nel GP del 70° anniversario, la gomma morbida del GP di Gran Bretagna sarà la media del GP del 70° anniversario e la morbida del GP del 70° anniversario sarà una mescola non utilizzata lo scorso weekend.
Come se non bastasse, le previsioni meteo indicano un innalzamento delle temperature. Al momento, per venerdì e sabato è annunciata canicola, più o meno in linea con quanto accaduto nelle prove libere di venerdì 31 luglio. Domenica 9 agosto, invece, dovrebbe essere più fresco rispetto ai due giorni precedenti, ma comunque dovrebbero esserci diversi gradi in più rispetto al 2 agosto.

Strategie differenti con due soste

In altre parole, all’orizzonte sta sorgendo un Gran Premio molto complicato per quanto riguarda la tenuta degli pneumatici, poiché lo scatto verso mescole più morbide sarà associato a un clima più torrido, il che porrà una doppia sfida sulla durata delle gomme. Al fine di gestire al meglio la situazione, non si può escludere che Valtteri Bottas ci abbia visto giusto, preannunciando un cambiamento radicale rispetto al GP di Gran Bretagna. Il finlandese domenica ha dichiarato che “sicuramente nel GP del 70° anniversario, nessuno seguirà la strategia di effettuare una sola sosta”. Avrà ragione? Di sicuro c’è che se la durata della mescola C3 è quella vista la settimana scorsa, i due pit-stop potrebbero davvero diventare realtà, soprattutto se le temperature saranno effettivamente più alte.

Hamilton: "Ho vissuto sensazioni orribili, ho pensato 'ecco, mi superano sul traguardo'!"

Francesco Paone
GP Gran Bretagna
Le pagelle del GP di Gran Bretagna: Verstappen e Leclerc da urlo, Hamilton show, Vettel male
02/08/2020 A 16:07
GP Gran Bretagna
Le pagelle del GP di Gran Bretagna: Verstappen e Leclerc da urlo, Hamilton show, Vettel male
02/08/2020 A 16:07