Si chiude la stagione 2020 del mondiale di Formula 1 nel buio di Abu Dhabi. Negli Emirati Arabi è Max Verstappen a trionfare, davanti a Valtteri Bottas e Lewis Hamilton. Gara noiosa, mai messa in discussione, con Verstappen che comanda dalla prima curva indisturbato, totalmente in solitaria. Grandissima corsa di Max, un vero e proprio martello in termini di crono. Seconda vittoria stagionale per lui dopo quella di Silverstone 2. Spesso si dice che chiudere l'anno al meglio può essere un buon viatico per il prossimo, vedremo se sarà così.
Passo indietro invece per la Mercedes, che forse paga motori a fine vita e quindi non spremuti al massimo. Bottas è secondo, davanti a Lewis Hamilton. L'inglese è tutt'altro che al 100% e bada per lo più a fare da scudiero al compagno di squadra. Il finlandese è naviga sempre a 7/8 secondi dal leader, con l'inglese dietro di 3 secondi per quasi tutta la corsa. Ciò comunque basta a Valtteri per chiudere secondo nel mondiale e conquistare l'effimero titolo di vice campione del mondo. Con Hamilton a mezzo servizio, forse aveva più senso e maggiore interesse rivedere ancora Russell su quella vettura. Ma Lewis ha avuto l'ok e quindi giustamente è tornato al suo posto.
GP Abu Dhabi
La Ferrari saluta Vettel: "Farai sempre parte della famiglia"
13/12/2020 A 11:49
Fuori dal podio Alex Albon, per una gara solida ma sempre lontano dal compagno di squadra. Corsa che rappresenta in tutto e per tutto la carriera del thailandese, veloce, ma forse non troppo per la Red Bull. E' il pilota più a rischio per il 2021 e il suo sedile è alquanto ambito. Vedremo se lo manterrà o lo dovrà cedere a Perez.
Quinta e sesta la Mclaren che, grazie a questi punti, chiude al terzo posto nei costruttori. Bellissima gara di Norris, subito dietro il buon Sainz che saluta la scuderia di Woking con una bella prestazione. Settimo un super Ricciardo, chiudono la top ten Gasly, Ocon e Stroll. Perez invece, ritirato per un problema tecnico, chiude quarto nella generale e primo degli umani. Grande risultato per Checo che, ancora oggi, non ha un sedile per il prossimo anno.
Capitolo Ferrari. Si chiude una stagione disastrosa con una gara difficile e complicata. Entrambe le rosse fuori dalla zona punti: Leclerc finisce 13mo davanti a Vettel. Il tedesco a tratti gira su ottimi e tempi e su una strategia decente. Malissimo invece il lavoro del muretto box su Charles, lasciato fuori fin troppo con le gomme medie ad inizio corsa. Detto ciò, è tempo di dimenticare questo 2020 per la Rossa e ripartire. Mancano 98 giorni a Melbourne, bisogna lavorare. Seb invece saluta la Ferrari con una gara anonima, ma con questo mezzo ben poco si poteva fare. Il tedesco lascia Maranello come terzo pilota più vincente in termini di vittorie, dietro a Schumi e Lauda, ma senza titolo. Una bella storia d'amore che però finisce con l'amaro in bocca. Grazie di tutto Seb!
E così finisce la stagione 2020 di Formula 1. Un anno complicato, ma portato a casa egregiamente da FIA e FOM, corso su circuiti incredibili e stupendi, che hanno fatto dimenticare l'assenza di pubblico. Nonostante i tanti problemi, abbiamo visto gare bellissime e tanto spettacolo in pista. Appuntamento a Melbourne 2021!

L'ordine d'arrivo

PILOTADISTACCO
Max Verstappen-
Valtteri Bottas+15.976
Lewis Hamilton+18.415
Alexander Albon+19.987
Lando Norris+1.00.729
Carlos Sainz+1.05.662
Daniel Ricciardo+1.13.748
Pierre Gasly+1.29.718
Esteban Ocon+1.41.069
Lance Stroll+1.42.738

I momenti chiave della gara

- Pronti via e davanti non succede veramente nulla. Leclerc dietro attacca Ricciardo che però gli chiude la porta e Charles è passato da Seb. Verstappen in testa, poi Bottas, Hamilton, Norris, Albon, Sainz, Kvyat, Stroll, Gasly e Ocon decimo. Poi Ricciardo, Vettel e Leclerc.
- Succede bene poco. Verstappen ha buon ritmo e tiene 2 secondi di vantaggio su Bottas e 5 su Hamilton. Albon supera Norris e va quarto, poi Sainz, Stroll, Kvyat, Gasly e Ricciardo decimo. Ferrari sempre 12ma e 13ma con Vettel davanti a Leclerc.
- Al giro 11 si ferma la vettura di Perez in pista. Prima Virtual Safety Car e praticamente tutti ai box tranne le Ferrari e Ricciardo che guadagnano qualche posizione. Dopo 2 giri di Virtual, arriva la SC e il gruppo si riunisce. Davanti sempre Verstappen, poi Bottas, Hamilton, Albon, Ricciardo, Norris, Vettel, Leclerc, Sainz e Stroll decimo. Alla ripartenza Sainz passa subito Leclerc e sale ottavo. Qualche giro dopo Carlos passa anche Seb, mentre Charles è passato anche da Stroll, Gasly, Ocon e Kvyat, uscendo dalla zona punti. La Ferrari paga il fatto di non aver cambiato gomme.
- Al giro 24 finalmente entra ai box Leclerc che mette la dura. Seb rimane ancora fuori e si fa passare da Gasly. Al giro 36 il pit di Vettel che esce alle spalle di Russell in 15ma piazza. Al giro 40 finalmente arriva la sosta di Ricciardo che esce settimo dietro le Mclaren.
- Ormai è quasi sicuro che i primi possano arrivare sino in fondo con questa gomma. Verstappen è sempre primo con 7 secondi di vantaggio su Bottas e 10 su Hamilton. Quarto Albon, poi Norris, Sainz, Ricciardo, Gasly, Stroll e Ocon decimo. Nel finale succede ben pcoo, solo il sorpasso di Ocon su Stroll, mentre le Ferrari sono doppiate. Vince quindi Verstappen davanti a Bottas e Hamilton, con Ricciardo che fa il miglior giro.

La statistica chiave

Sesto posto nel costruttori per la Ferrari, annata peggiore di sempre dopo il 1980. Decima vittoria in carriera per Verstappen. Dopo 39 gare di fila, una Mercedes non fa un giro al comando. E' dal 1992 che la Ferrari fa una stagione senza fare un giro al comando.

La dichiarazione

Lewis HAMILTON: "Non si può vincere sempre. Considerando gli ultimi giorni, sono contento del weekend. Non sono al 100% ma devo fare le mie congratulazioni a Max. Ho fatto fatica dal punto di vista fisico. Devo ringraziare il team per il loro sostegno. Comunque abbiamo fatto un buon doppio podio nell'ultima gara della stagione".

Il tweet da non perdere

Il migliore

Max VERSTAPPEN: Un vero e proprio martello. Nel giorno in cui la Mercedes alza bandiera bianca, forse preoccupata da problemi di motore a fine vita, l'olandese ne approfitta e rifila una vera e propria lezione a Bottas e Hamilton. Gara veramente perfetta, corsa da campione.

Il peggiore

FERRARI: Gara simbolo della stagione, totalmente insufficiente. Entrambe le vetture fuori dalla zona punte, lentissime in rettilineo e inguidabili nel misto. Se poi ci mettiamo strategie incomprensibili, pit stop lenti e disorganizzazione aziendale, la frittata è fatta. Urge ripartire, sperando in Leclerc e Sainz.
LA CLASSIFICA: Verstappen, Bottas, Hamilton, Albon, Norris, Sainz, Ricciardo, Gasly, Ocon, Stroll, Kvyat, Raikkonen, Leclerc, Vettel, Russell, Giovinazzi, Latifi, Magnussen, Fittipaldi

Hamilton, 36 anni da leggenda! Tutti i record di un fuoriclasse

GP Abu Dhabi
Vettel a Leclerc: "Sei il maggior talento che ho incontrato"
14/12/2020 A 12:34
GP Abu Dhabi
Vettel saluta la Ferrari sulle note di 'Azzurro'
13/12/2020 A 17:26