L'uomo solo al comando sta cominciando a prenderci gusto a restare sempre più solo. Max Verstappen ormai non sbaglia più nulla. Ha trasformato le due gare sulla pista di casa Red Bull in due miniere d'oro aumentando fino a 32 punti il suo vantaggio su Lewis Hamilton. Siamo alla svolta mondiale che potrebbe anche diventare definitiva nella prossima puntata a casa Hamilton, in quel di Silverstone dove la Formula 1 sperimenterà la Sprint Race.
Il regno di Hamilton e della Mercedes non era mai stato messo così in dubbio nell'era ibrida cominciata nel 2014: in 7 anni la squadra di Toto Wolff aveva vinto 102 delle 138 gare disputate ovvero il 74%, lasciando agli altri solo le briciole. In questo 2021 ne ha vinte solo 3 su 9, con la Red Bull che ha festeggiato sei volte (il 66%). Le percentuali si sono ribaltate. Il mondiale è in mano a Max e alla Red Bull, mai come quest'anno la Mercedes era stata in ritardo, neppure quando nel 2018 Vettel aveva tra le mani la Ferrari per vincere.
GP Austria
Sainz: "Ferrari veloce in curva, non lontani da Red Bull"
04/07/2021 A 19:37
Quando Max ha preso per la prima volta in vita sua la leadership del campionato ci siamo chiesti se la pressione avrebbe potuto metterlo in difficoltà. Sembra piuttosto che lo abbia esaltato, sorretto da una Red Bull imbattibile. Senza lo scoppio della gomma a Baku, Max avrebbe vinto le ultime cinque gare, così si è dovuto accontentare di quattro delle ultime cinque. È riuscito a mettere tutta la pressione sulle spalle di Lewis Hamilton che mai si era trovato così distaccato da un avversario che non giocasse nella sua stessa squadra. Adesso è Hamilton che non può permettersi di sbagliare nulla. A Silverstone, davanti alla sua gente, là dove quando si poteva gli piaceva surfare sulla folla adorante come una rock star, rischierà invece il colpo del k.o.

Lewis Hamilton - GP Austria F1 Mondiale 2021

Credit Foto Getty Images

Resta inspiegabile come la Mercedes in un anno di transizione, con auto molto simili a quelle dello scorso anno, sia riuscita a complicare la vita e a perdere una leadership tecnologica che l'aveva trasformata nel team più vincente della storia della Formula 1. Red Bull e Honda hanno lavorato benissimo, ma a complicarsi la vita sono stati soprattutto gli uomini di Toto Wolff, forse troppo sicuri di sé, hanno sottovalutato la trasformazione dell'auto dello scorso anno e oggi mettono in difficoltà il loro asset migliore, ossia quel Lewis Hamilton che ha rinnovato proprio l'altro giorno per altri due anni. Ha dimostrato di non aver paura dei giovani che lo stanno circondato, ha dimostrato di non aver paura della rivoluzione tecnologica in arrivo. Ma per combattere con Max e con i ragazzi che cresceranno attorno a lui (Lando, Charles, Carlos e il suo probabile compagno di squadra Russell) avrà bisogno di una Mercedes diversa da quella vista in Austria.

Verstappen: "Mercedes favorita per il titolo ma la Red Bull può rendergli vita dura quest'anno"

GP Austria
GP Austria, pagelle: Verstappen-show, Ferrari luci e ombre
04/07/2021 A 16:41
GP Austria
Verstappen, altra vittoria! Hamilton 4° Sainz 5° Leclerc 8°
04/07/2021 A 12:49