Cambiano le insegne, dal Gp della Stiria al Gp d'Austria, ma il tracciato è il medesimo, il velocissimo Red Bull Ring di Spielberg, e il timore è quello di una replica della gara di domenica scorsa. Il che è possibilissimo, visto che la Red Bull ha evidenziato un vantaggio quantificabile in circa 2 decimi sulla Mercedes, vantaggio che difficilmente Hamilton ed i suoi ingegneri potranno appianare in cinque giorni. Verstappen puntava molto sul doppio impegno 'casalingo' per scavare un gap fra sé e Lewis, l'obiettivo è quello di ripetere per filo e per segno il week end scorso mettendosi in tasca pole position e gara solitaria al comando. Eppure qualche elemento pronto a differenziare le due gare non mancherà: a partire dal meteo, che potrebbe portare pioggia. Senza dimenticare che si correrà con gomme decisamente più morbide, con maggiori possibilità (in caso di Gp asciutto) che i pit stop siano due.

Formula 1, sfida infinita tra Verstappen e Hamilton

Credit Foto Eurosport

MESCOLE PIU' MORBIDE

GP Austria
Hamilton: “Ci rifaremo presto, uniti per lottare fino alla fine”
05/07/2021 A 11:56
Pirelli aveva già programmato, proprio per inserire un elemento di differenziazione oggettivo fra le due gare, di 'scendere' di una mescola per il Gp d'Austria. Dunque le mescole bianche dure della Stiria corrisponderanno alle gialle medie per il Gp d'Austria, e così di seguito. Un fattore su cui punta parecchio la Ferrari, che potrebbe tranrne giovamento viste le prestazioni e la durata in gara di domenica scorsa, e non meno la Mercedes, a caccia di soluzioni per tentare di porre rimedio alla scomoda posizione di inseguitrice della Red Bull. Lewis Hamilton chiede aggiornamenti che difficilmente - in una stagione di transizione verso il fondamentale triennio 2022-2024 - arriveranno a dargli una mano. Toto Wolff è più possibilista, sottolineando gli errori di setup commessi nel Gp di Stiria che potranno essere corretti per il Gp d'Austria anche grazie a mescole più morbide.

INCOGNITA METEO

Nel prossimo week end Hamilton potrebbe invece avere quella manina dal cielo che ha più volte invocato domenica scorsa: non una mano santa, ma quella della pioggia, unico elemento a suo dire che potrebbe azzerare il divario tecnico fra la sua Mercedes e la Red Bull di Max Verstappen. L'instabilità atlantica in ingresso dalla Francia potrebbe presentarsi sulle montagne austriache proprio fra sabato e domenica, rischiando di mischiare le carte non solo davanti ma per l'intera griglia, vista la brevità del tracciato. Pioggia che potrebbe anche evitare di vedere, come domenica scorsa, tutte le monoposto doppiate da Red Bull e Mercedes.

FERRARI IN CERCA DI COMPROMESSO

Il Gp della Stiria ha mostrato una Ferrari che si è lasciata alle spalle il caso Paul Ricard. La crisi innescata dal graining a Le Castellet dovrebbe restare un episodio isolato, nella gara in Stiria le SF21 hanno evidenziato un passo gara ed un degrado gomme molto incoraggianti, al di là dei piazzamenti condizionati dalla qualifica. Rispetto agli exploit cittadini di Monaco e Baku, su piste permanenti i fattori s'invertono: per andare accettabilmente forte in gara, occorre sacrificare la qualifica, come fatto in Stiria. Probabile che anche questo prossimo venerdì sarà dedicato più al passo gara che al giro secco, ma è evidente che a Maranello ci sia la necessità di trovare un giusto punto di equilibrio.

ALI PIU' SCARICHE SULLA SF21?

In questo senso le mescole più morbide potrebbero dare una mano agli uomini di Mattia Binotto, consentendo loro di scaricare un po' di più le ali delle SF21. Non va infatti dimenticato che nelle qualifiche del Gp di Stiria di sabato scorso, le rosse erano costantemente agli ultimi due posti delle velocità massime sul dritto, sopravanzate anche dai clienti come l'Alfa Romeo. E su un tracciato con tre rettilinei da Drs la penalizzazione è risultata evidente in qualifica. Ovvio che, coi gettoni 'spesi' per sistemare il disastroso posteriore della SF1000, non ci sia spazio per ulteriori interventi di carattere radicale. Serve invece capire come estrarre il meglio della monoposto nelle diverse condizioni e sulle diverse piste. Nel Gp di Stiria si è iniziato a farlo, nel Gp d'Austria si cercano conferme e, possibilmente, un risultato di maggior rilievo.

Una Red Bull sfreccia per le vie di Palermo

GP Austria
Verstappen non sbaglia più, il Mondiale è nelle sue mani
05/07/2021 A 09:42
GP Austria
Sainz: "Ferrari veloce in curva, non lontani da Red Bull"
04/07/2021 A 19:37