Non è stato il risultato che avrebbe sperato Lewis Hamilton. Il britannico della Mercedes, sette volte iridato, non è andato oltre il 15° posto del GP di Azerbaijan (sesto round del Mondiale 2021 di F1). Sul circuito cittadino di Baku l’asso nativo di Stevenage è stato per tutta la gara in lizza per la top-3, subendo nel momento dei pit-stop l’attacco delle due Red Bull dell’olandese Max Verstappen e del messicano Sergio Perez che lo hanno relegato in terza posizione.
Sembrava un risultato ormai acquisito quando nelle ultime tornate un problema alla posteriore sinistra ha causato l’incidente di Max (senza conseguenze fisiche) e la sospensione della corsa. E’ stata riavviata una nuova procedura di partenza ed è andata in scena una sorta di sprint race di pochissimi giri con Lewis in seconda piazza preceduto dal solo Perez. Una situazione, dunque, estremamente favorevole per il britannico.
GP Azerbaigian
Pagelle: Hamilton dietro la lavagna, Vettel è tornato
06/06/2021 A 16:33

"Ho toccato un interruttore che ha spento i freni"

Lo start è stato convincente ma qualcosa poi in frenata è andato storto: Hamilton è andato largo in curva-1 ed è stato sfilato da tutto il gruppo. Lewis, davanti ai microfoni dei giornalisti presenti a Baku, ha descritto quanto accaduto: “Ho lottato con tutto me stesso. Purtroppo poco dopo la ripartenza ho toccato un interruttore che ha spento i freni e sono andato dritto. Non si è trattato di un mio errore, ma solo di un evento sfortunato. Non mi sono reso conto della cosa. Sia io che Max non abbiamo avuto la sorte dalla nostra parte e noi della Mercedes cercheremo di rifarci già dal prossimo weekend“, le parole di Hamilton. Il Circus della F1 tornerà in Francia dal 18 al 20 giugno e la sfida iridata sarà sicuramente interessante.

Hamilton: "Continuiamo a combattere contro il razzismo"

GP Azerbaigian
Leclerc: "Ferrari in crescita, presto vinceremo"
06/06/2021 A 15:59
GP Azerbaigian
Gasly: "Gara folle dal primo all'ultimo giro"
06/06/2021 A 15:39