Charles Leclerc non lascia ma raddoppia, e dopo la pole amara di Monaco conquista la prima piazzola di partenza anche sul circuito cittadino di Baku, suggestivo teatro del Gp di Azerbaigian, sesta prova di un imprevedibilmente movimentato Mondiale 2021. Il ferrarista ha sfruttato al meglio la scia delle Mercerdes davanti a lui in Q3, poi un botto di Tsunoda ha congelato le posizioni con Hamilton ad appaiare Charles in prima fila e Verstappen terzo, con Gasly su Alpha Tauri al suo fianco. Poi Sainz e Norris, mentre Perez è solo 7° e Bottas addirittura 10°.

FERRARI D'ATTACCO, INCOGNITA LONG RUN

Per la Ferrari un risultato al di là di quanto si potesse sperare, anche se è stato chiaro già dalle libere di venerdì che sul giro secco la SF21 aveva parecchio potenziale soprattutto nella parte centrale, più guidata. Qualche difficoltà in più è emersa sui long run in configurazione gara, dove si rischia di pagare la maggiore prestazione dei motori Honda e Mercedes e dove la gestione delle gomme, specie sulla macchina del monegasco, è apparsa critica. Ma certamente una Ferrari più impegnata a dare fastidio a Verstappen e Hamilton piuttosto che a tenere a bada le McLaren.
GP Azerbaigian
Mick Schumacher al team radio: "Com'è arrivato Vettel?"
07/06/2021 A 21:59

GRIGLIA DI PARTENZA

LeclercFerrari1'41"218
HamiltonMercedes1'41"450
VerstappenRed Bull1'41"563
GaslyAlpha Tauri1'41"565
SainzFerrari1'41"576
NorrisMcLaren1'41"747
PerezRed Bull1'41"917
TsunodaAlpha Tauri1'42"211
AlonsoAlpine1'42"327
BottasMercedes1'42"659

MOMENTI CHIAVE

Maledizione curva 15 - Q1 letteralmente tormentata dalle bandiere rosse, in seguito ai botti in curva 15 di Stroll prima e Giovinazzi poi. La stessa curva che era stata fatale a Leclerc nelle libere di venerdì e a Verstappen in mattinata. La perdita di carico sull'anteriore destra, data da un leggero dislivello sull'asfalto, tradisce anche i migliori. E in gara potrebbe essere un fattore.
Ammucchiata in Q2 - Notevole la parte finale della Q2, con sei piloti di quattro squadre diverse (i due Red Bull, i due Ferraristi, Hamilton e Norris) racchiusi in poco più di un decimo. Una vicinanza di tempi, anche fra le squadre di centro griglia, che ha portato diversi piloti a prendersi più rischi del dovuto. Come Ricciardo, che va a muro in curva 4 e saluta la top ten.
Charles scia d'oro - Decisivo per la pole position il fiuto di Charles Leclerc. Il monegasco sfrutta i due giri di riscaldamento gomme della Mercedes - in difficoltà di grip - per prendersi tutta la scia delle frecce d'argento nel primo tentativo e togliere quei 3 decimi nel settore decisivo, considerando la velocità della Ferrari nella parte più guidata. Magari in gara non durerà, ma è una pole da cavallo di razza.

Leclerc si prende la pole a Baku

Credit Foto Getty Images

IL MIGLIORE: CHARLES LECLERC

Sapeva di avere fra le mani una Ferrari velocissima nei primi due settori, ma in ritardo nella parte finale sul lunghissimo rettilineo da 2.200 metri. Così è andato a sfruttare le difficoltà di riscaldamento gomme della Mercedes per prendersi la scia di Hamilton e trovare anche nell'ultimo settore la velocità necessaria a centrare la seconda pole position consecutiva. La prima fila comincia ad essere il suo ambiente naturale. Menzione anche per Lewis Hamilton, che in prima fila ci arriva anche nel week end più disastrato per la Mercedes, tenendosi alle spalle Verstappen. Con buona pace di quelli per cui 'con quella macchina son capaci tutti'.

IL PEGGIORE: DANIEL RICCIARDO

Continua a prenderle di santa ragione da Lando Norris, per di più non riuscendo a capire cosa gli manchi. Una situazione che poi può portare all'errore, come avvenuto in Q2. Fin qui è il momento più anonimo dell'australiano in F1, tanto da avergli tolto il sempiterno sorriso. Con Vettel e Alonso in ripresa, è il pilota maggiormente in difficoltà nei confronti del compagno. Urge scossa.

Daniel Ricciardo

Credit Foto Getty Images

Ferrari SF21, il video della nuova rossa di Leclerc e Sainz

GP Azerbaigian
Formula-Show! Più emozioni in due giri che nei primi 47
07/06/2021 A 06:17
GP Azerbaigian
Hamilton: "Non è stato un mio errore, solo sfortuna"
06/06/2021 A 17:18