Nikita Mazepin va all’attacco. Il pilota russo, escluso dalla line-up della Haas prima dell’inizio del Mondiale di F1 (venendo sostituito da Kevin Magnussen), a causa dello scoppio del conflitto bellico fra il suo Paese e l’Ucraina, non risparmia commenti su quello che sarebbe dovuto essere il suo compagno di box, ossia Mick Schumacher. Mazepin, intervistato da MatchTV, ha affermato:“Le difficoltà di Schumacher? I suoi risultati parlano da soli, direi. Non ho altro da dire su di lui”. Una “sentenza” che in questo momento trova forza anche negli zero punti raccolti dal pilota tedesco che certamente è sulla graticola.
Tornando su sé stesso il russo ha poi detto: Per quanto mi riguarda, mi metterò al volante alla prima occasione. È improbabile che partecipi a un’altra gara di Formula 1, almeno nel prossimo futuro, ma i miracoli accadono, guardate Magnussen“. Infine, Nikita Mazepin, ha chiuso così:“Quattro mesi fa non potevo immaginare che tutto sarebbe cambiato così tanto. E ora non posso pensare che tra altri quattro mesi tutto andrà bene, ma lo spero. Magnussen è in forma, ha dimostrato di saperci fare e io voglio ripeterne le gesta. Nessuno mi ha contattato dopo l’allontanamento dalla Haas, e onestamente non so il perché. Se un meccanico venisse licenziato, gli manderei un messaggio, indipendentemente da quello che penso di lui”.
GP Azerbaigian
Comunicato Ferrari: "La power unit di Charles Leclerc sarà valutata oggi"
15/06/2022 ALLE 11:09
Quattro mesi fa non potevo immaginare che tutto sarebbe cambiato così tanto.
GP Azerbaigian
Minardi: “Il Mondiale non è finito. Tanti episodi sfavorevoli”
15/06/2022 ALLE 10:21
GP Azerbaigian
La Ferrari è fragile, dopo le prime gare ci si era illusi
13/06/2022 ALLE 08:22