E’ stato ancora Max Verstappen il più veloce in questa prima giornata di prove libere del GP del Bahrain, primo round del Mondiale 2021 di F1. Sul tracciato di Sakhir il pilota olandese della Red Bull ha siglato il crono di 1’30″847 rafforzando il concetto che la RB16B è una monoposto competitiva e Max è a proprio agio.
Una sessione di un’ora che, come accaduto nella FP1, ha costretto piloti e squadre a sfruttare tutto il tempo a propria disposizione per verificare le condizioni con temperature più basse rispetto alla prima ora di prove. Da questo punto di vista Red Bull ha dato una risposta, ma il contesto è decisamente equilibrato, più di quello che si potrebbe aspettare, parlando di prestazione pura. Alle spalle di Verstappen, infatti, c’è un pacchetto di mischia inaspettato: la McLaren Mercedes del britannico Lando Norris a 0″095, il campione del mondo in carica Lewis Hamilton su Mercedes a 0″235, lo spagnolo Carlos Sainz jr. su Ferrari a 0″280 e il finlandese Valtteri Bottas su Mercedes a 0″371. Sorprendente il fatto che le W12 siano tallonate dalla monoposto di Woking e soprattutto dalla Rossa di un Sainz in palla, nonostante la poca esperienza al volante della SF21.
GP Bahrain
Mick Schumacher, l’abbreviazione ‘MSC’ come omaggio al papà
26/03/2021 A 13:21

Leclerc, Alonso e Vettel fuori dalla top ten

In quest’ottica vanno valutate anche i riscontri del messicano Sergio Perez (Red Bull) e del monegasco Charles Leclerc (Ferrari) in maniera particolare, dal momento che i due si sono classificati nella simulazione del time-attack in decima (+0″656) e dodicesima posizione (+0″765) e non hanno sfruttato al meglio il loro potenziale sul giro. A completare la top-10 ci sono la McLaren dell’australiano Daniel Ricciardo (+0″383), il giapponese Yuki Tsunoda dell’AlphaTauri a 0″447, il canadese Lance Stroll dell’Aston Martin a 0″546, il francese dell’AlphaTauri Pierre Gasly a 0″636 e appunto Perez. In difficoltà sia Sebastian Vettel che Fernando Alonso, rispettivamente 14° e 15° con l’Aston Martin (+0″922) e l’Alpine (+0″923), mentre Mick Schumacher è 18° con la Haas a 2″450. Tredicesimo Antonio Giovinazzi con l’Alfa Romeo a 0″893 e il finlandese Kimi Raikkonen sull’altra monoposto del Biscione è 16° a 1″015, considerando anche un’uscita di pista.
Per quanto concerne la simulazione del passo gara, Verstappen ed Hamilton sono parsi i più in palla con crono di 1’36″/1’37”, molto costante Sainz sull’1’38”. In difficoltà Leclerc e Bottas che hanno fatto tanta fatica, con crono da 1’39”, nella gestione degli pneumatici per problemi di sovrasterzo.

Da Michael a Mick: 30 anni dopo un altro Schumacher debutta in F1

Formula 1
Ferrari, la SF21 sarà meglio della monoposto 2020?
24/03/2021 A 10:52
GP Bahrain
Ufficiale, ok alla Sprint Race per 3 GP nel 2021: come funziona
26/04/2021 A 16:28