Con la classica zampata finale Max Verstappen si prende la pole position del Gp del Belgio a Spa-Francorchamps, al termine di una qualifica caotica per via degli acquazzoni che si sono ripetutamente abbattuti sullo splendido circuito delle Ardenne. L'olandese ha strappato il miglior tempo non a Lewis Hamilton, che partirà terzo, ma a George Russell, che con la sua Williams stava per compiere un'autentica impresa dopo il botto del velocissimo Lando Norris a Eau Rouge, che aveva interrotto la Q3. Una pole pesante per l'olandese, che chiama la Mercedes a mettere in pista domani la velocità di punta vista venerdì sull'asciutto. Male le Ferrari, fuori in Q2 con Leclerc 11° e Sainz 13°.

GRIGLIA DI PARTENZA

GP Belgio
Norris, doppio testacoda e botto contro le barriere: sta bene
28/08/2021 A 14:47
Max VerstappenRed Bull1'59"765
George RussellWilliams+0.321
Lewis HamiltonMercedes+0.334
Daniel RicciardoMcLaren+1.099
Sebastian VettelAston Martin+1.170
Pierre GaslyAlpha Tauri+1.399
Sergio PerezRed Bull+2.347
Valtteri BottasMercedes+2.737
Esteban OconAlpine+3.748
Lando NorrisMcLarenNo time
Charles LeclercFerrariNo time

MOMENTI CHIAVE

Q1 - Si parte con le full wet, ma un paio di temponi delle Williams su gomme intermedie impone a tutti il cambio. Lando Norris veste i panni del protagonista e si mette alle spalle i duellanti Hamilton e Verstappen, l'Alfa Romeo paga il prezzo più salato con entrambi i piloti eliminati.
Q2, Ferrari out - Con le condizioni sempre oscillanti fra intermedie e full wet, la caotica fase finale del Q2 vede ancora una volta lo scatenato Lando Norris davanti a tutti, mentre Hamilton ha un problema di spiattellamento all'anteriore sinistra nel primo tentativo e passa il taglio non senza qualche apprensione. Le Ferrari, in difficoltà fin dal pomeriggio di venerdì, restano entrambe fuori dai 10 migliori tempi con Leclerc 11° e Sainz 13°. Fuori anche Alonso.

Lando Norris

Credit Foto Getty Images

Q3, Botto Norris - La Q3 parte con l'ennesimo rovescio, e Sebastian Vettel - in pista con le full wet - allerta immediatamente via radio sulla possibilità di aquaplaning e la necessità di fermare la sessione. Pochi istanti dopo Lando Norris, fra i primi a tentare a sua volta su gomme full wet, perde la sua McLaren in pieno Eau Rouge e va a sbattere, uscendone fortunatamente con pochi danni (problemi a un gomito e gara a rischio).
Russell sfiora l'impresa - Dopo la lunga sospensione per l'incidente, nel finale torna a piovere e George Russell su Williams riesce a piazzare il miglior tempo davanti a Lewis Hamilton. Solo l'ultimissimo tentativo di Verstappen toglie all'inglese, prossimo al passaggio in Mercedes, la gioia della pole.

TOP

George Russell - Impeccabile nel gestire gli azzardi del team durante tutte e tre le sessioni, entra in Q3 pronto a sfruttare la variabilità delle condizioni. Tiene la sua Williams a Eau Rouge, con gomme intermedie, pochi istanti prima che Norris perda la sua McLaren con gomme da bagnato, e nel finale piazza un giro maestoso che gli regala per pochi secondi il brivido della pole position. Magari in gara non durerà, ma che giornata per il ragazzo pronto ad affiancare Lewis Hamilton sulla Mercedes 2021.
Max Verstappen - Passa il week end, al pari di Hamilton, a lavorare di cesello sul setup della macchina, un lavoro particolarmente complesso e delicato su una pista tecnicamente esigente come Spa. Al momento decisivo però piazza il colpo che gli vale la pole, pesante più che mai vista la velocità di punta della Mercedes sull'asciutto.
Sebastian Vettel - Nell'Università della F1 veste i panni del professore sia in pista, stando sempre tra i più veloci e portando l'Aston Martin in seconda fila, sia via radio, quando prevede l'incidente di Norris e tira le orecchie a Michael Masi.
Lando Norris - Straordinario in Q1 e in Q2, dove si mette alle spalle Hamilton e Verstappen mostrando una capacità di adattamento impressionante ed una determinazione unica sui cordoli dell'ultima variante. In Q3, con le condizioni nuovamente oltre il limite, paga dazio a Sua Maesta Eau Rouge andando a sbattere. Compromette una giornata potenzialmente memorabile, ma entusiasma.

FLOP

Yuki Tsunoda - Quando l'asticella delle incognite e delle difficoltà si alza, il giapponese si perde regolarmente. Fuori in Q1 mentre Gasly volava.
Fernando Alonso - Col fiato corto rispetto a Esteban Ocon già dalle Libere, e poi in tutte le sessioni di qualifica. Forse con un occhio alle possibili strategie di gara.
Ferrari - Un flop annunciato già dalle Libere 3, in cui la SF21 sembrava essersi persa per strada soprattutto in condizioni di bagnato. Leclerc e Sainz pagano soprattutto una scelta aerodinamica in vista della gara, che scommette sull'asciutto. Ma anche senz'acqua, entrambi i piloti avevano denunciato sottosterzo. Week end più difficile del previsto.

Hamilton: "Continuiamo a combattere contro il razzismo"

Gran Premio del Qatar
Binotto su Leclerc: “Gli mancano 40 punti nel Mondiale 2021”
27/12/2021 A 14:21
Formula 1
Ecclestone snobba Leclerc: "Ottimo pilota, ma nulla di più"
25/12/2021 A 11:31