La Formula 1 alza bandiera bianca davanti alla pioggia delle Ardenne. Il Gp del Belgio a Spa-Francorchamps ha visto infatti i piloti completare soli 5 giri, a distanza di oltre tre ore e tutti alle spalle della Safety car. Tre ore passate in attesa che la pioggia calasse e rendesse possibile il semaforo verde, ma le condizioni non hanno mai reso possibile azzardare lo start della gara, con pista allagata e pesanti rischi di aquaplaning. Nel giro di schieramento Sergio Perez era andato a sbattere alla fine del rettilineo del Kemmel con la sua Red Bull, mentre sono bastati due giri di formation lap alle spalle della Safety car per far decidere ai piloti per l'impossibilità di correre in sicurezza. Alle 18.20 si è tornati in pista per provare a sfruttare una finestra con minore intensità di pioggia, ma dopo altre quattro tornate dietro la Safety car si è deciso di chiudere definitivamente. Assegnati però i punti nelle classifiche mondiali, per quanto dimezzati.

Ordine d'arrivo

Max VerstappenRed Bull5 giri
George RussellWilliams-
Lewis HamiltonMercedes-
Daniel RicciardoMcLaren-
Sebastian VettelAston Martin-
Pierre GaslyAlpha Tauri-
Esteban OconAlpine-
Charles LeclercFerrari-
Nicholas LatifiWilliams-
Carlos SainzFerrari-
Formula 1
Ecclestone: "Hamilton troppo deluso, non correrà nel 2022"
24/12/2021 A 15:14

I punteggi

I due giri di formazione dietro Safety car ed i tre provati con la ripartenza hanno reso possibile, salvo ulteriori sorprese (la confusione ha regnato sovrana per tutto il giorno in direzione gara), l'assegnazione della metà dei punti. Dunque 12,5 a Verstappen, 9 a Russell, 7,5 a Lewis Hamilton. L'inglese resta dunque al comando del Mondiale Piloti con 202,5 punti, l'olandese segue a tre punti di distanza con 199,5.

Max Verstappen dietro la Safety Car

Credit Foto Getty Images

Quante polemiche

Una scelta, quella di completare più di 2 giri giusto per assegnare i punti, che ha ovviamente scatenato diverse discussioni. Ovviamente la cosa assume i contorni di una farsa, visto che nei fatti il Gran Premio non si è svolto. D'altra parte è comprensibile che in direzione gara abbiano deciso, nell'oggettiva impossibilità di svolgere la corsa, di dare peso quanto meno ai risultati della qualifica. Cosa che ovviamente ha giovato a Max Verstappen e fatto infuriare Lewis Hamilton.

La statistica

Quest'anno cadevano i 100 anni di attività del circuito di Spa, il più bello ed elettrizzante del Mondiale. E allora il celebre maltempo delle Ardenne ci ha messo lo zampino, rischiando di cancellare per la prima volta nella storia un Gp con macchine schierate in griglia e dando poi vita, altrettanto storicamente, al primo 'non Gp' che assegna punti. E quindi il Gp più breve di sempre, considerato che la gara più corta per motivi di pioggia fu quella in Australia nel 1991, soli 24 giri, vinta da Ayrton Senna.

La bandiera rossa esposta dai commissari a Spa Francorschamps, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Per l'assegnazione dei punti a metà è celebre la sospensione per pioggia a Monaco 1984, quella che valse metà punteggio ad un Alain Prost braccato dalla stella emergente Ayrton Senna su Toleman. Il francese fu aiutato dal provvidenziale stop prima di metà gara, ma la pagò a fine anno, quando perse per mezzo punto il Mondiale dal compagno Lauda, mentre con l'assegnazione piena a Montecarlo, anche arrivando 2° dietro Senna, avrebbe vinto.

Hamilton: "Continuiamo a combattere contro il razzismo"

Formula 1
Wolff: "Lewis derubato, Masi inadeguato. Galà Fia? Non ci andrò"
16/12/2021 A 14:08
Formula 1
Verstappen: "Ad Abu Dhabi ho sconfitto sia Hamilton che il dolore"
16/12/2021 A 10:48