Max Verstappen su Red Bull fa suo il Gp del Canada, nona prova del Mondiale 2022 di Formula 1. Sul tracciato dell'isola di Notre Dame, a Montreal, il campione del Mondo in carica scatta bene dalla pole, controlla agevolmente la prima parte di gara e resiste al ritorno della Ferrari di Sainz nel finale, quando lo spagnolo attacca forte dopo la safety car. Sul podio anche Lewis Hamilton, che precede il compagno Russell. La rimonta di Charles Leclerc si ferma al 5° posto finale, fuori per problemi tecnici l'altra Red Bull di Sergio Perez. Bene le Alfa Romeo, entrambe a punti. Alonso paga una strategia sbagliata e chiude 7°, dietro il compagno Ocon. Il punto addizionale del giro veloce va a Carlos Sainz, a rendere meno amaro il bilancio Ferrari che ha comunque evidenziato un buon passo gara.

ORDINE D'ARRIVO

Max VerstappenRed Bull1
Carlos SainzFerrari+1:032
Lewis HamiltonMercedes+6:060
George RussellMercedes+5: 210
Charles LeclercFerrari+2:980
Esteban OconAlpine+8:460
Fernando AlonsoAlpine+1:203
Valtteri BottasAlfa Romeo+0:163
Guanyou ZhouAlfa Romeo+2:153
Lance StrollAston Martin+10:360
GP Canada
Verstappen contro Hamilton sul porpoising: "Perché cambiare durante la stagione?"
17/06/2022 A 22:20

MOMENTI CHIAVE

Partenza - Verstappen tiene il comando su Alonso e Sainz, Hamilton deve difendere da Magnussen, Leclerc è 18°. Il monegasco della Ferrari e Sergio Perez su Red Bull, che devono rincorrere, partono su gomme dure, contro le medie di quasi tutto il resto della griglia.
Giro 3/70 - Sainz sfrutta subito il DRS e passa Alonso sul rettilineo prima del traguardo per prendersi il 2° posto.
Giro 8/70 - Mentre Verstappen mette circa 3" fra sé e Sainz, l'altra Red Bull di Sergio Perez va ko, presumibilmente per noie idrauliche. Il ritiro del messicano innesca una virtual safety car che Verstappen e Hamilton sfruttano per smarcare il primo pit stop, mentre Sainz e Alonso restano in pista.
Giro 15/70 - Dopo il pit stop Verstappen va a riprendere Alonso e lo supera, mentre Sainz è davanti con poco più di 4" di vantaggio.
Giro 21/70 - Altra virtual safety car per il ritiro di Schumacher, questa volta Sainz va ai box ma il regime di virtual viene tolto proprio mentre lo spagnolo è fermo: quando rientra in pista si trova nuovamente alle spalle di Alonso, e deve superarlo una seconda volta.
Giro 28/70 - Alonso viene inspiegabilmente tenuto in pista nonostante i suoi tempi si alzino giro dopo giro, fino a subire il sorpasso di Hamilton. Leclerc è 8° ma, con gomme dure montate al via, inizia a soffrire di scarso grip e non riesce per diversi giri a passare l'Alpine di Ocon.
Giro 43/70 - Sainz guadagna leggermente su Verstappen a ogni tornata, pur essendo staccato si circa 6". Pit stop lungo per Leclerc, che perde qualche secondo e si ritrova 12° alle spalle di un trenino.
Giro 50/70 - Verstappen e Hamilton hanno gomme fresche dopo aver effettuato il pit stop, Sainz aspetta una safety car che arriva col clamoroso incidente del giapponese Tsunoda, che finisce nelle barriere in uscita dai box. Riparte una sprint race da poco più di 15 giri. Sainz ha la stessa gomma dura di Verstappen davanti a lui, ma con diversi giri in meno. Leclerc monta invece gomme morbide con qualche giro in più rispetto ai piloti che lo precedono. Gruppo compatto.
Giro 58/70 - Sainz fa il giro veloce e mette tanta pressione a Verstappen, che riesce a tenerlo dietro nonostante l'utilizzo del DRS da parte della Ferrari. Leclerc passa Alonso con una gran staccata al tornantino ed è 6°.
Giro 60/70 - Leclerc riesce a passare Ocon ed è 5°, Sainz resta incollato a Verstappen ma l'olandese non fa una sbavatura fino alla bandiera a scacchi, e vince il Gp del Canada nonostante un passo gara inferiore alla Ferrari almeno nell'ultima parte di gara.

TOP

Max Verstappen (Red Bull) - Non sbaglia letteralmente una virgola, e fa bottino pieno nonostante la formidabile pressione di Sainz nel finale. Gara da campione consumato.
Lewis Hamilton (Mercedes) - Questa volta Lewis fa un gran week end e un'ottima gara, tornando meritatamente sul podio. Nel finale, dopo la safety car, tiene addirittura il ritmo di Verstappen e Sainz per qualche giro. Ritrovato.
Valtteri Bottas/Guanyou Zhou (Alfa Romeo) - Gli elogi del sabato se li è presi la Haas, con la terza fila in griglia. I punti della domenica se li prendono invece Bottas e Zhou, diligenti con le Alfa.

FLOP

Fernando Alonso (Alpine) - Incomprensibile la scelta, più del team che di Fernando, di allungare oltremodo il primo stint nonostante le evidenze cronometriche. Dopo il pit stop, però, non è stato più in grado di mettere pressione al compagno Ocon, che gli ha chiuso davanti. Le premesse erano ben altre.
Pierre Gasly (Alpha Tauri) - Inatteso passaggio a vuoto: fuori in Q1 il sabato, timido in partenza, anonimo nel resto della gara.
Yuki Tsunoda (Alpha Tauri) - Partiva in fondo alla griglia, senza velleità di risultato: ma il botto nelle barriere in uscita dai box, nell'anno del budget cap, sarà difficile da accettare a Faenza.

Red Bull, Mercedes, Ferrari: le monoposto del mondiale 2022

GP Canada
Porpoising: cosa dice la nuova norma? Cosa dovranno fare i piloti?
17/06/2022 A 21:42
GP Canada
Sainz: "Sono stato l'uomo più veloce in pista, è un peccato"
20/06/2022 A 13:52