Che la F1 sia una competizione non solo in pista è un fatto acquisito fin dalla nascita. Le decisioni dal punto di vista politico influenzano da sempre quanto si vede nell’agonismo puro. Ne sa qualcosa la Ferrari che, in conseguenza del famoso accordo con la Fia sulla questione motore e delle direttive che ne sono seguite, ha visto depotenziato il proprio propulsore, tra i fattori critici di un campionato 2020 estremamente negativo.

GP Eifel
Le pagelle: Hamilton leggenda, Leclerc commovente
11/10/2020 A 15:09

Cavallino Rampante che, comunque, si è fatto sentire in fatto di nomine e di scelte anche per altri aspetti. Tra questi il nome del nuovo capo della F1. Non è un mistero che tra i candidati vi fosse l’attuale Team Principal della Mercedes Toto Wolff, molto interessato a occupare questa posizione nel Circus. Tuttavia, è arrivato il veto della scuderia di Maranello, come ammesso da Mattia Binotto (Team Principal della Rossa): “Sì, ci siamo opposti alla nomina di Toto Wolff a capo della F.1. È un diritto che come Ferrari abbiamo, unici nei GP, e in questo caso lo abbiamo esercitato. Non per la persona in sé, perché Toto poteva essere adatto, ma perché è attualmente coinvolto in F.1 e per noi non è corretto che chi ricopre un ruolo in un team oggi nel Mondiale vada a occupare quella posizione. Siamo contenti che sia stato scelto Stefano Domenicali, che da tempo è uscito dall’ambiente ma conosce bene la F.1“, le parole di Binotto (fonte: La Gazzetta dello Sport).

Venendo a questioni di pista, è chiaro come il sole che la Ferrari sia in grande difficoltà e, tenuto conto del congelamento di alcune parti essenziali delle monoposto quest’anno e nel 2021, cambiare l’ordine delle cose sarà molto difficile. Per questo il 2022, la stagione della “rivoluzione” regolamentare, potrebbe essere una svolta per tornare a vincere e cercare di riportare l’iride sotto l’insegna del Cavallino.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Mick Schumacher sulla Ferrari! Il video del test di Fiorano

GP Eifel
Hamilton "Un onore eguagliare Schumacher", Leclerc "Abbiamo sofferto"
11/10/2020 A 15:07
GP Eifel
Hamilton vince e fa la storia: 91 come Schumi. Leclerc 7°
11/10/2020 A 13:50