E’ arrivata. Lewis Hamilton vince il GP dell’Eifel e conquista la 91ma vittoria della carriera (la settima in questo Mondiale 2020 di F1), eguagliando il primato di Michael Schumacher. Una giornata significativa per il britannico che ha saputo tener duro e sfruttare anche i problemi tecnici del suo team-mate Valtteri Bottas. Per lui è il podio n.160 nel proprio percorso agonistico, mentre la Stella a tre punte ha colto nella prova di casa la 111ma vittoria in 221 GP disputati.

"Ho fatto una bella partenza, ho affiancato Valtteri (Bottas ndr.) ma ho avuto sottosterzo. Gli ho lascito spazio per evitare l’incidente, lui ha fatto un lavoro fantastico. Ho cercato di tenere duro e di gestire le gomme, c’era un po’ di graning e ci volevano dei giri di gestione prima di tornare a spingere. La Red Bull era velocissima, l’unica opportunità che aveva era nella ripartenza dopo la Safety Car. Sono al settimo cielo con questa vittoria“, le parole a caldo del pilota delle Frecce Nere.

GP Eifel
Le pagelle: Hamilton leggenda, Leclerc commovente
11/10/2020 A 15:09

Poco dopo una bella scena: Mick Schumacher ha consegnato a Lewis il caso del papà, visto il primato di vittorie eguagliato:

Per me è un onore ricevere il casco di Michael Schumacher da suo figlio Mick. Non so proprio cosa dire: quando cresci guardando qualcuno, diventa il tuo idolo per la qualità del lavoro che fanno.

"Ricordo quando giocavo con Michael nei videogames di F1. Vedere il suo dominio per così tanto tempo. Non pensavo che sarei riuscito ad avvicinarlo, è un onore incredibile. Mi son reso conto di averlo fatto solo rientrando in pit-lane. Il merito è del team, ho un enorme rispetto per Michael“, le parole di un emozionato Hamilton.

T

Verstappen: "Il secondo è il posto che meritiamo"

Non ha nulla da recriminare Max Verstappen, che si accontenta con gioia della piazza d'onore: "È stata una buona gara. Ho cercato di seguire Lewis, soprattutto dopo che Valtteri si è ritirato. Il passo era buono, abbiamo cercato di fare la nostra corsa, ma Lewis era davvero troppo veloce per noi. Proprio all’ultimo ho tentato di fare il giro più veloce e ci siamo riusciti. Vale anche un punto in più e quindi sono molto contento! Mi sono lamentato dietro la safety car perché la pista era molto fredda e non si riusciva a tenere in temperatura le gomme. Non capivo perché la safety car sia rimasta fuori così tanto, visto che la pista era pulita. Probabilmente volevano compattare completamente il gruppo, ma forse in queste condizioni di freddo non è stato il massimo. Comunque non sarebe cambiato niente. Siamo arrivati secondi ed è il posto che ci meritiamo".

Ricciardo: "Che bello tornare sul podio"

Soddisfatto anche Daniel Ricchiardo, che torna a calcare il podio dopo un lungo periodo: "Era passato parecchio tempo dal mio ultimo podio – sorride, e ne ha ben donde, Ricciardo, nel corso delle interviste di rito post-gara – Mi sento letteralmente come se fosse la prima volta che ci salgo. Non mi succedeva dal 2018 (e dal 2011 per la Renault ndr), da qualcosa come due anni e mezzo mi pare, per cui sono davvero emozionato. Mi sembra come se tutto fosse nuovo e mai successo prima nella mia vita. Sono felice sia per me sia per il team che si merita tutto questo. Hanno svolto un lavoro incredibile sia in questo fine settimana sia in questa annata, per cui il risultato raggiunto è merito loro".

Leclerc: "Non potevo fare più di così"

Charles Leclerc, invece, si accontenta del settimo posto, anche se ovviamente con grande rammarico dopo il quarto posto delle qualificazioni: "Abbiamo visto tante volte quest’anno come in qualifica, con poco carburante, si riesca a tirare fuori il massimo dalla macchina. Invece, quando in gara riempiamo il serbatoio, facciamo più fatica. Anche oggi è successa la stessa cosa".

Con le gomme medie il nostro passo era competitivo, mentre con mescola soft abbiamo avuto graining sin da subito ed è stato un disastro nel primo sint.

"È andata meglio nella seconda parte di gara. È per questo che durante la safety car ho deciso di non rientrare ai box per montare le soft, non ho voluto prendermi il rischio vista la fatica fatta a inizia gara. Oggi non potevamo fare meglio di così. Se mi aspettavo qualcosa di più dopo il quarto posto di ieri? Onestamente sì. Ribadisco che la prima parte di gara è stata difficilissima, mentre con il secondo e il terzo treno di gomme è andata meglio e nel finale andavamo meglio di quanto mi aspettassi".

Dal nostro partner oasport.it

Hamilton, 91 vittorie come Schumacher: campioni nati per dominare

GP Eifel
Hamilton vince e fa la storia: 91 come Schumi. Leclerc 7°
11/10/2020 A 13:50
GP Eifel
Leclerc: "Felice del 4° tempo, non correre venerdì un vantaggio"
10/10/2020 A 19:47