Incidenti e colpi di scena nel GP di Emilia Romagna 2021. Dopo l'incidente di Latifi al 2° giro e il clamoroso errore di Mick Schumacher in rettilineo in regime di safety car, nel corso del 34° giro la gara è stata interrotta per uno spaventoso incidente a oltre 300 km/h alla staccata del Tamburello fra la Mercedes di Valtteri Bottas e la Williams di George Russell.

Piloti illesi ma che spavento!

GP Emilia Romagna
Mick Schumacher che errore, va a muro mentre scalda le gomme
18/04/2021 A 13:47
Piloti illesi ma macchine distrutte e talmente tanti detriti in pista da aver reso necessarie le bandiere rosse e la sospensione della gara. L'impressione è che il contatto nasca dal fatto che Russell tocchi leggermente l'erba con la posteriore destra mentre i due sono appaiati, innescando la carambola.

Le carcasse delle monoposto di Bottas e Russell dopo l'incidente al Tamburello

Credit Foto Imago

Russell furioso con Bottas: volano insulti e un pugno sul casco

Usciti incredibilmente illesi dall’abitacolo - Bottas per la verità un po’ claudicante – Russell furioso con il rivale è sceso dalla sua macchina incidentata e si è avvicinato minaccioso all’abitacolo di Bottas mentre era ancora nell'abitacolo, insultandolo e mollandogli un pugno sul casco. Bottas non l’ha presa bene ed ha risposto mostrando il dito medio. Sono volate parole pesanti ed insulti anche nei team radio con Russell che dopo il botto ha urlato: “Che c***o stava facendo ?! Onestamente! È un f***o c***e o cosa ?!” mentre Bottas ha risposto per le rime chiamando il pilota della Williams “un c******e”.

Russell: "Incidente sfortunato ed evitabile, Bottas? Con un altro dietro non si sarebbe difeso così..."

Nonostante le immagini sembrano chiaramente far vedere come Bottas abbia meno responsabilità del pilota britannico nell'occasione, George Russell non ha dubbi ad accusare Bottas ricordando anche un gentleman agreement fra piloti che prevede, in caso di sorpasso con DRS aperto, il pilota davanti non si sposti all'ultimo momento.
"E’ stato uno schianto violento, ma fortunatamente sto bene. Sono ovviamente deluso. Ovviamente ero molto arrabbiato e frustrato in quel momento. Stavo lottando per la nona posizione, una piazza che per lui non significa niente, ed ha fatto una mossa che faresti all’ultimo in caso di lotta per il successo all’ultimo giro. Fra tutti i piloti esiste un gentleman agreement secondo il quale se c’è una vettura che ti sta superando con il DRS aperto tu non ti sposti all’ultimo momento. Gli ho preso la scia e poi, quando mi sono spostato a destra, lui si è mosso leggermente e sono dovuto andare sul bagnato. Già è una manovra molto pericolosa con il tracciato asciutto, figuriamoci con l’umido e su una pista molto stretta. E’ stato un incidente sfortunato, ma evitabile. Mi chiedo perché abbia fatto una manovra del genere per la nona posizione. Forse se al posto mio ci fosse stato un altro pilota non l’avrebbe fatta. Mi è passato questo per la testa. Credo che quanto successo oggi sia un ottimo esempio per i commissari. Movimenti impercettibili possono generare incidenti enormi".

Tradimenti e weekend dell'orrore: la storia del GP di Imola

GP Emilia Romagna
Verstappen contro Hamilton: l'alba di un grande duello
19/04/2021 A 11:07
GP Emilia Romagna
Leclerc: “Ferrari fatica in rettilineo", Binotto: "Meritavamo di più"
18/04/2021 A 17:49