Il Gran premio di Francia ci ha raccontato che Max Verstappen è maturo per il Mondiale. Sbaglia ancora come una volta, ma ha imparato a non abbattersi, a gestire la sua delusione trasformandola in energia vincente. Quando alla prima curva del primo giro ha rovesciato il calice che aveva appena riempito di spumante, esagerando alla staccata e andando lunghissimo, la sua corsa per la vittoria sembrava finita.

Max Verstappen

Credit Foto Getty Images

Che reazione!

GP Francia
Pagelle: colpaccio Verstappen, Ferrari al buio, 4 a Leclerc
20/06/2021 A 16:58
Ecco il solito Max: quando arriva il suo momento gli tremano le mani. Invece Max si è rimboccato le maniche e ha costruito quella che finora è probabilmente la vittoria più importante della sua carriera. La Red Bull gli ha apparecchiato il sorpasso ai box su Hamilton, complice anche l’errore strategico Mercedes e lui ci ha messo del suo. Al 29° giro ha detto al suo ingegnere: “Non posso tenerlo dietro tutta la gara con queste gomme”. La reazione del box è stata immediata: secondo stop, gomme fresche e via a venti giri da qualifica uno dietro l’altro.

Max come Michael

Una strategia che ha ricordato certe vittorie di Michael Schumacher. Max non ha più sbagliato nulla. È andato alla carica e alla fine, quando prima ha dovuto affrontare Bottas e poi Hamilton (a due giri dalla fine) è stato anche più semplice del previsto. Come affondare un coltello caldo nel burro. Bottas gli ha steso un tappeto rosso, Hamilton si è fatto da parte come si dovrebbe fare con una signora per farla entrare prima in una stanza. Arrivava con una velocità troppo superiore. Le due Mercedes non hanno potuto opporgli la minima resistenza e lui è volato via, allargando ancora di più il suo vantaggio in classifica.

Max Verstappen

Credit Foto Getty Images

Dominio totale

Quella di Max è stata una dimostrazione di forza. Ha dominato il weekend. Prima la pole, poi la gara e il giro più veloce. Ha sbagliato solo la prima staccata, un errore che in passato lo avrebbe mandato in depressione e che questa volta lo ha soltanto spronato a ottenere il massimo dalla sua auto. Non sfruttare la Red Bull Honda di oggi sarebbe un vero peccato. Sembra essere davvero arrivato l’anno in cui gli astri si congiungono: macchina veloce, pilota che non sbaglia.

Mercedes, troppi errori

Al contrario la Mercedes ha cominciato a commettere un errore dietro l’altro. Anche a Le Castellet la gestione strategica della gara è stata decisamente sbagliata. Sotto pressione, una pressione che il team non era abituato ad avere, anche Toto Wolff può sbagliare. E in più Perez è diventato più concreto di Bottas. Il mondiale sta cambiando padroni. Nei prossimi due weekend si correrà due volte in casa Red Bull in Austria. Max ha l’occasione per la prima grande fuga della sua vita.

F1: tutti i team e i piloti del Mondiale 2021

GP Francia
Ferrari, Leclerc: "Migliorare? Non a breve termine"
20/06/2021 A 15:49
GP Francia
Verstappen vince la battaglia con Hamilton, disastro Ferrari
20/06/2021 A 12:57