Gara incredibile, ma quanta rabbia! Succede di tutto nel Gran Premio di Germania, 11ma tappa del mondiale di Formula 1. A vincere è in maniera stupenda Lewis Hamilton: l'inglese, partito 14mo, è autore di una corsa perfetta, fantastica, grandiosa, e torna in testa nella generale. Il campione del mondo parte in maniera cauta, recupera in pochi giri sui primi e, grazie ad un ritmo incredibile sulle gomme gialle e un po' di fortuna con la pioggia, trionfa ad Hockenheim. E' la prima volta che Lewis vince non partendo dalle prime tre file, successo assolutamente meritato. Alle sue spalle un solidissimo Valtteri Bottas, per una doppietta tutta Mercedes in casa tedesca.
E la Ferrari? Un buon Raikkonen è terzo, Vettel purtroppo fuori gara. Il tedesco parte bene e si invola in testa, poi dopo la sosta finisce dietro al compagno di squadra ma, con il team radio, torna davanti e comanda senza grossi problemi, fino alla pioggia. L'acqua rovina la corsa del tedesco, che finisce a muro nel Motodrome tedesco. Errore decisivo del tedesco, grande delusione per Seb mentre Hamilton se la ride. Quarto Verstappen, mai veramente in lotta per la corsa. Quinto Hulkenberg, primo degli umani.
Formula 1
La Ferrari di Marchionne: dall'arrivo di Vettel alla lite con Liberty per il futuro della Formula 1
21/07/2018 ALLE 19:19
E così il weekend che doveva essere favorevole alla Rossa si rivela un autentico autogol, con Hamilton che trionfa stavolta a casa del tedesco. La guerra è lunghissima, la Mercedes ha vinto solo una battaglia, ma questo stop veramente non ci voleva. Ora zero pause, si va subito in Ungheria.

I 5 momenti della gara

- Pronti via e non succede praticamente nulla: Seb rimane davanti a Bottas, poi Kimi e Verstappen. Dietro Hamilton e Ricciardo non guadagnano nulla. Mentre davanti rimane tutto abbastanza cristallizzato, la rimonta di Lewis è veemente già dal secondo giro: in 14 tornate è già quinto. Così la Ferrari corre subito ai ripari e fa entrare ai box Raikkonen, che esce proprio davanti all'inglese. Kimi mette la gialla, per cui farà due soste.
- In testa Seb prosegue con ben 5 secondi di vantaggio su Bottas, poi Verstappen, Raikkonen e Hamilton. Al giro 26 arriva la sosta per Vettel: il tedesco esce dietro a Kimi e davanti a Lewis. Poco dopo entrano anche Bottas e Max, con Hamilton che prosegue.
- Al giro 31 si ferma Ricciardo per l'ennesimo problema tecnico. Hamilton rimane ancora fuori, mentre Seb si lamenta di rovinare troppo le gomme dietro a Raikkonen e così arriva il team order, con Vettel che passa Kimi. Al giro 42 finalmente Hamilton va ai box e mette la ultrasoft. Quando tutti hanno pittato la classifica è la seguente: Seb primo con 3 secondi di vantaggio su Raikkonen, terzo Bottas, poi Lewis e Verstappen.
- Negli ultimi 20 giri succede di tutto: comincia a piovere e in diversi, tra cui Verstappen, provano l'azzardo di mettere le intermedie. La strategia non ha successo e la pioggia va via in poco tempo, purtroppo però a pagarne le conseguenze è proprio Seb che finisce a muro in frenata. SC in pista, Bottas e Raikkonen vanno ai box a mettere le ultrasoft, lasciando a Hamilton la leadership.
- Safety car ai box e Lewis va a stravincere una gara clamorosa, davanti a Bottas e Kimi. Regalo clamoroso per l'inglese, che allunga nel mondiale.

La statistica chiave

12 vittorie su 12 volte che è scesa la pioggia in gara nell'epoca power unit per Lewis Hamilton. Semplicemente il mago della pioggia dell'era moderna.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Lewis HAMILTON: Certamente fortunato, grazie all'errore clamoroso di Vettel, ma la fortuna uno se la deve anche cercare e lui è assolutamente perfetto. La pioggia arriva forse al momento giusto, ma questa gara di Lewis è da cineteca, da ricordare negli annali. Ritmo stupendo con le gomme gialle, con le ultrasoft sotto la pioggia guadagna 2 secondi a giro sulla Ferrari, nel finale è grandioso. Torna leader del mondiale nel weekend che doveva essere negativo per lui.

Il peggiore

Sebastian VETTEL: Errore pesantissimo del Ferrarista, che passa dalla gara perfetta all'errore più grave della stagione. Soprattutto è un calcio di rigore sbagliato a porta vuota, con la vittoria praticamente in tasca. La Ferrari in fin dei conti non sbaglia strategia, è proprio lui che fallisce sul più bello.

La classifica

  • Lewis HAMILTON 188
  • Sebastian VETTEL 171
  • Kimi RAIKKONEN 131
Formula 1
🏎 Ferrari, in F1 la stabilità paga: Binotto va aiutato, non rimosso
21/11/2022 ALLE 08:49
GP Abu Dhabi
GP di Abu Dhabi 2022: orari Diretta tv e Live-Streaming
15/11/2022 ALLE 00:05