Il Gran Premio del Giappone 2019 si è concluso ieri in maniera insolita, infatti al 52° giro dei 53 previsti è stata esposta anticipatamente la bandiera a scacchi elettronica sul rettilineo d’arrivo. Ancora da chiarire le motivazioni dietro a questo errore, sta di fatto che il 53° giro completato regolarmente dai piloti è stato annullato prendendo in considerazione dunque la classifica del giro precedente come quella definitiva. Un epilogo bizzarro che ha provocato una strana conseguenza, con il messicano Sergio Perez classificato in nona piazza nonostante l’incidente che lo ha messo fuori gara proprio nell’ultima tornata. Di questo episodio ha parlato nel post-gara il tedesco della Ferrari Sebastian Vettel.
"Hanno mostrato la bandiera a scacchi prematuramente, con la gara che continuava a essere disputata e questo è sbagliato – ha spiegato Seb analizzando lo strano finale della corsa – Noi riceviamo informazioni, sul display vediamo quanto giri abbiamo ancora da percorrere e quindi avevo visto che avevamo ancora un giro da percorrere ricevendo anche la chiamata via radio. Ovviamente c’è stata confusione. Abbiamo avuto un problema in Canada in cui la bandiera a scacchi è arrivata troppo presto e ora, come ho capito, i tempi sono più decisivi. Penso che per noi piloti sia importante vedere la bandiera a scacchi reale, così capiamo che la gara è finita”.
Formula 1
Briatore: "La Ferrari se vuole vincere il Mondiale deve puntare su Leclerc o... Alonso"
14/10/2019 A 19:08

Cosa è successo?

Perché il pannello a scacchi è stato acceso un giro troppo presto? La questione è stata messa sotto investigazione dalla Fia, però il direttore di gara Masi ha rivelato:
Si è trattato di un errore di sistema. Non so anticipare qui e ora quale sia stata esattamente la parte che non ha funzionato correttamente, ma è qualcosa che analizzeremo e ovviamente rettificheremo, dopo aver investigato il tutto
GP Giappone
Vettel-Leclerc, harakiri dopo le troppe tensioni. Ma il passo gara ha detto Mercedes
14/10/2019 A 08:50
GP Giappone
Vettel-Leclerc, harakiri dopo le troppe tensioni. Ma il passo gara ha detto Mercedes
14/10/2019 A 08:50