È ancora la Ferrari la più veloce a Sepang. Le due Rosse si sono piazzate davanti a tutti anche nelle prove libere 3 del GP di Malesia. Stavolta è stato Kimi Raikkonen a stampare il tempo più veloce (1’31″880), davanti a Sebastian Vettel. Alle loro spalle Daniel Ricciardo mentre le due Mercedes si sono piazzate quarta e quinta con Valtteri Bottas a precedere un Lewis Hamilton che ha faticato ancora a trovare il giusto ritmo sul circuito malese. Una sessione diversa rispetto al solito, con tempi più alti rispetto a ieri ed i piloti che hanno provato il passo gara più che la qualifica.
Tempi alti sin da inizio sessione, con Hamilton davanti a tutti pur rimanendo in linea con il crono di ieri (1’32″539). In casa Frecce d’Argento non regna il sereno dopo le difficoltà di ieri: Lewis è tornato alla vecchia configurazione mentre Bottas ha invece montato le soluzioni del nuovo kit. Soluzioni che non hanno dato l’effetto sperato, visto che il finlandese è rimasto ben distante dal compagno, dietro alle Ferrari di Raikkonen e Vettel, oltre alle due Red Bull.
GP Malesia
Vettel sarà penalizzato per la sostituzione del cambio? Tutte le verità di un caso senza precedenti
02/10/2017 A 17:18
Con la pista andata gommandosi, la Ferrari è tornata a dettare legge, con Raikkonen in testa con 1’31″880, in linea con quanto fatto segnare ieri, facendo un decimo meglio di Vettel. Ricciardo si è fermato a due decimi dal finlandese, con alla sue spalle Bottas e Hamilton, che ha mostrato evidenti problemi di grip al posteriore. Lo stesso dicasi per Verstappen, che ha raccolto sette decimi di ritardo.
Una sessione evidentemente condizionata dall’interruzione di ieri perché il finale è stato dedicato alla simulazione del passo gara, anziché della qualifica. Prova che in casa Ferrari ha potuto svolgere solo Raikkonen, con Vettel costretto a rientrare al box dopo pochi giri, fermato in via precauzionale. Per il tedesco cambio di motore per problemi elettrici. Il pilota finlandese della Ferrari ha girato con gomma rossa costante sull’1’36, tempo che Hamilton non è riuscito mai a raggiungere, così come le due Red Bull (Ricciardo ha provato anche la gomma gialla). Una sessione perfetta per la Ferrari, con l’unico campanello d’allarme in vista delle qualifiche dato dallo stop alla vettura di Vettel.
Come confermato dall’addetto stampa del Cavallino Rampante Alberto Antonini, c’è stato una problematica di natura elettrica sulla vettura di Seb e si dovrà sostituire il motore, montando l’unità n.4. Un inconveniente non da poco per i tecnici della Rossa che dovranno anche loro essere velocissimi, quasi quanto il pilota teutonico in pista, per consentirgli di prendere parte al time attack (ore 11.00 italiane). Scuderia di Maranello che, dunque, dovrebbe puntare sulla nuova p.u., quella più potente per sostituire la n.3 e giocarsi tutte le carte e non voler dare vantaggi ai rivali della Mercedes. Da verificare, però, se i meccanici saranno in grado di montare il turbo vecchio altrimenti Seb andrà in penalità per l’uso della quinta sovralimentazione.

I risultati delle prove libere

1 7 Kimi Räikkönen FERRARI 1:31.880 19
2 5 Sebastian Vettel FERRARI 1:32.042 +0.162s 14
3 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 1:32.091 +0.211s 16
4 77 Valtteri Bottas MERCEDES 1:32.329 +0.449s 24
5 44 Lewis Hamilton MERCEDES 1:32.539 +0.659s 20
6 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1:32.579 +0.699s 17
7 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 1:33.209 +1.329s 20
8 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 1:33.240 +1.360s 20
9 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 1:33.290 +1.410s 21
10 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN HONDA 1:33.321 +1.441s 16
11 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 1:33.530 +1.650s 17
GP Malesia
La rivincita di Max, il botto a gara finita, il giallo Budkowski: le 10 istantanee del Gp Malesia
02/10/2017 A 12:14
GP Malesia
Ferrari, week end maledetto: la rimonta di Vettel aumenta i rimpianti
02/10/2017 A 08:13