Il Grande Circus della Formula Uno è ormai prossimo ad affrontare il 15° round del Mondiale 2017, a Sepang (Malesia). Una pista, questa, inserita nel calendario iridato nel 1999 e caratterizzata da lunghi rettilinei ed una zona centrale medio-veloce in cui il fattore aerodinamico è assai importante. 5543 metri da eseguire 56 volte che metteranno a dura prova piloti e vetture per le alte temperature presenti. La Ferrari arriva a questo appuntamento reduce dal disastroso GP di Singapore ed il crash al via che ha estromesso sia Sebastian Vettel che Kimi Raikkonen. Un colpo durissimo alle ambizioni del Cavallino Rampante e del tedesco distanziato dal rivale della Mercedes Lewis Hamilton 28 punti nella graduatoria mondiale dei piloti. Guardando al passato, la Rossa che rapporto ha con il tracciato malese? Quali sono i precedenti?
Ebbene, lo storico recita 7 successi a queste latitudini. Il primo trionfo è datato 1999, primo anno in cui le F1 (come detto) corsero su questo circuito e fu l’irlandese Eddie Irvine ad aggiudicarsi la gara grazie anche ad un Michael Schumacher “Scudiero”. Un’annata decisamente particolare quella nella quale il Kaiser fu protagonista di un grave incidente a Silverstone (Gran Bretagna), in conseguenza del quale riportò la frattura di tibia e perone della gamba destra. Tedesco che tornò in abitacolo proprio nel round asiatico e con Irvine in lizza per il campionato del mondo. Si materializzò una doppietta conGiallo: la vittoria di Eddie fu, inizialmente, vanificata al pari del 2° posto di Schumacher per un’irregolarità ai deviatori di flusso della monoposto. L’appello poi presentato dagli avvocati della scuderia di Maranello ebbe successo e riconsegnò nella mani dei ferraristi i due gradini del podio.
GP Malesia
Verso la Malesia: Ferrari, credici! Il Mondiale si può ancora vincere rischiando tutto
25/09/2017 A 10:18
Poi vennero i trionfi del teutonico nel 2000, 2001 e 2004 negli anni del dominio iridato. Successivamente fu il turno di Kimi Raikkonen nel 2008 e, ancor più significativa, la prestazione di Fernando Alonso nel 2012 quando, in condizioni meteo incerte pur partendo nono in griglia, mise in scena una gara d’attacco strepitosa davanti al sorprendente Sergio Perez sulla Sauber Ferrari ed a Lewis Hamilton sulla McLaren Mercedes. Ultimo in ordine di tempo il trionfo di Sebastian Vettel nel 2015. Una giornata trionfale per i tifosi della Ferrari che attendevano un successo da quasi due anni e 34 GP (GP Spagna 2012). Una prestazione sublime quella del 4 volte campione del mondo, sulla SF15-T. Partito dalla seconda piazza, il teutonico, sfruttando la Safety Car ed una strategia “suicida” della Mercedes, si ritrovava in testa mettendo in mostra un passo invidiabile al cospetto di una Mercedes, dominatrice assoluta in quel periodo, che peccò di supponenza. Una vittoria di squadra al grido: “Siiiii Ragazziiii, Forza Ferrari”.

VITTORIE NEL GP IN MALESIA

Anno PilotaScuderia
1999Eddie IrvineFerrari
2000Michael SchumacherFerrari
2001Michael SchumacherFerrari
2002Ralf SchumacherWilliams
2003Kimi RäikkönenMcLaren
2004Michael SchumacherFerrari
2005Fernando AlonsoRenault
2006Giancarlo FisichellaRenault
2007Fernando AlonsoMcLaren
2008Kimi RäikkönenFerrari
2009Jenson ButtonBrawn GP
2010Sebastian VettelRBR-Renault
2011Sebastian VettelRBR-Renault
2012Fernando AlonsoFerrari
2013Sebastian VettelRBR-Renault
2014Lewis HamiltonMercedes
2015Sebastian VettelFerrari
giandomenico.tiseo@oasport.it
GP Malesia
Vettel sarà penalizzato per la sostituzione del cambio? Tutte le verità di un caso senza precedenti
02/10/2017 A 17:18
GP Malesia
La rivincita di Max, il botto a gara finita, il giallo Budkowski: le 10 istantanee del Gp Malesia
02/10/2017 A 12:14