Comanda la Mercedes al termine dellaprima sessione di prove libere del Gran Premio del Messico, diciottesimo e quintultimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno 2021. Sul tracciato intitolato agli Hermanos Rodriguez di Città del Messico, ancora decisamente sporco (nei primi passaggi i piloti sollevavano letteralmente nuvole di polvere), la prima ora di lavoro si può riassumere come particolarmente interlocutoria. Le pessime condizioni dell’asfalto hanno ridotto il lavoro in pista, con i tempi della FP1 del 2019 (ultima edizione disputata), attorno all’1:17, che sono rimasti ancora lontani.
Davanti a tutti, ad ogni modo, troviamo un pimpante Valtteri Bottas (Mercedes) con il tempo di 1:18.341, precedendo per appena 76 millesimi il suo compagno di scuderia Lewis Hamilton in 1:18.417. La W12 è apparsa subito molto performante nel primo tratto, quello del lunghissimo rettilineo, con una velocità di punta eccellente. Terzo, a 123 millesimi, il leader della classifica Max Verstappen (Red Bull) che ha dimostrato di disporre di un ottimo ritmo anche con le gomme hard, con una RB16B che, invece, eccelle nel tratto misto.
Quarta posizione per il padrone di casa Sergio Perez (Red Bull) in 1:18.610 a 269 millesimi, mentre è quinto il francese Pierre Gasly (Alpha Tauri) in 1:18.985 a 644 millesimi di distacco, pronto a dare man forte a “Super Max” nella battaglia per il titolo. Sesta posizione per la prima delle due Ferrari, quella di Carlos Sainz, che chiude con il tempo di 1:19.463 a 1.122 dalla vetta. Settimo Fernando Alonso (Alpine) in 1:19.656 a 1.315, superando proprio in extremis Charles Leclerc che ha vissuto una mattinata complicata. Il numero 16, infatti, è stato autore di una “toccata” nelle prime fasi della sessione, andando ad appoggiare il posteriore alle protezioni di curva 16, in uscita dallo Stadio del Baseball. La riparazione è durata oltre 20 minuti, limitando il lavoro del monegasco che conclude in ottava posizione con il tempo di 1:19.667 a 1.326.
GP Messico
Verstappen, aria di rivoluzione: altro passo verso il titolo
08/11/2021 ALLE 08:10
Nona posizione per il francese Esteban Ocon (Alpine) in 1:19.759 a 1.418, quindi decima per Sebastian Vettel (Aston Martin) a 1.517. Si ferma in sedicesima posizione, invece, il nostro Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) a 2.003, alle spalle delle due McLaren di Daniel Ricciardo e Lando Norris. A questo punto tutta l’attenzione passa alla seconda sessione delle ore 22.00 italiane, nella quale team e piloti andranno a cercare il giusto bilanciamento delle vetture tra giro secco e simulazione di passo gara.

CLASSIFICA FP1 GP MESSICO 2021 – F1

1 Valtteri BOTTAS Mercedes1:18.341 6
2 Lewis HAMILTON Mercedes+0.076 5
3 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing+0.123 4
4 Sergio PEREZ Red Bull Racing+0.269 3
5 Pierre GASLY AlphaTauri+0.644 3
6 Carlos SAINZ Ferrari+1.122 6
7 Fernando ALONSO Alpine+1.315 3
8 Charles LECLERC Ferrari+1.326 3
9 Esteban OCON Alpine+1.418 3
10 Sebastian VETTEL Aston Martin+1.517 3
11 Yuki TSUNODA AlphaTauri+1.670 4
12 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+1.685 4
13 Lance STROLL Aston Martin+1.689 4
14 Daniel RICCIARDO McLaren+1.932 4
15 Lando NORRIS McLaren+1.960 5
16 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing+2.003 4
17 George RUSSELL Williams+2.176 4
18 Nicholas LATIFI Williams+3.239 4
19 Mick SCHUMACHER Haas F1 Team+3.803 3
20 Nikita MAZEPIN Haas F1 Team+4.478 4

Perez-show per le strade di Città del Messico con la sua Red Bull

GP Messico
Leclerc e Sainz in coro: "Ci aspettavamo di essere più veloci"
07/11/2021 ALLE 23:06
GP Messico
Pagelle: Max pigliatutto, Ferrari felice a metà, harakiri Bottas
07/11/2021 ALLE 22:37