Sfruttando una partenza perfetta e con la complicità di un errore di Valtteri Bottas, Max Verstappen su Red Bull brucia le Mercedes e vince il Gran Premio di Città del Messico, piazzando una seria ipoteca sul Mondiale di Formula 1 2021 con i 19 punti di vantaggio che ha ora su Lewis Hamilton, a quattro gare dal termine. L'inglese deve accontentarsi del 2° posto davanti a Perez, Bottas finisce fuori dai punti. Bicchiere mezzo pieno per la Ferrari, 5^ e 6^ con Leclerc e Sainz: battuta e superata in classifica la McLaren, ma il 4° posto dell'Alpha Tauri di Gasly in gara non è mai stato contendibile.

PARTENZA, DISASTRO MERCEDES

Il risultato finale prende forma al semaforo verde, molto temuto visti gli oltre 900 metri per arrivare alla prima staccata. Verstappen scatta bene e prende subito la scia di Bottas, il finlandese piega leggermente verso destra forse per l'ordine di dare scia a Hamilton, ma finisce per scoprire il fianco all'esterno dove l'olandese della Red Bull si infila per staccare lunghissimo in curva 1 e prendersi la prima posizione, che non lascerà più. Bottas finisce anche in testacoda per un contatto con Ricciardo e sparisce dai radar della gara. Un disastro che spiana la strada al team di Chris Horner, che in gara ha comunque ritrovato il passo evidenziato nelle libere di venerdì, quando le frecce d'argento inseguivano col fiatone.
GP Messico
Verstappen, aria di rivoluzione: altro passo verso il titolo
08/11/2021 ALLE 08:10

Verstappen sfila 1° in curva 1, Bottas va in testacoda.

Credit Foto Getty Images

ORDINE D'ARRIVO

Max VerstappenRed Bull1
Lewis HamiltonMercedes+ 16:644
Sergio PerezRed Bull+ 17:670
Pierre GaslyAlpha Tauri+ 1:03:175
Charles LeclercFerrari+ 1:19:271
Carlos SainzFerrari+1:22:833
Sebastian VettelAston Martin+ 1:29:738
Kimi RaikkonenAlfa Romeo+ 1:34:027
Fernando AlonsoAlpine+ 1:42:742
Lando NorrisMcLaren* 1:44:245

MOMENTI CHIAVE

Partenza - I primi tre si aprono a ventaglio sul lungo rettilineo, ma Verstappen ha sfruttato la scia di Bottas e può sfilare all'esterno. Poi però è inappuntabile nel piazzare una staccata da urlo e prendersi la leadership.

Max Verstappen sopravanza Lewis Hamilton in partenza

Credit Foto Getty Images

Giro 2/71 - E' subito Safety car: dal caos di curva 1 escono eliminati Schumacher e Tsunoda, ammaccati Bottas e Ricciardo che devono tornare ai box e ripartire dal fondo. Davanti Hamilton è a sandwich fra le Red Bull, e le Ferrari alle spalle di Gasly, che alla ripartenza le tiene a bada senza toppi problemi.
Giro 20/71 - A suon di giri veloci Verstappen costruisce un vantaggio di quasi 10" su Hamilton, che non riesce invece a mettere margine fra sé e l'altra Red Bull di Perez. Le Ferrari hanno un discreto ritmo, ma né Leclerc né sainz sembrano avere spunto per provare ad attaccare Gasly.
Giro 30/71 - Hamilton rompe gli indugi e si ferma per primo, ma l'undercut non funziona sebbene la Mercedes si trovi meglio su gomme dure. Le Red Bull restano in pista qualche giro in più e le posizioni si mantengono invariate.
Giro 55/71 - Così come venerdì nelle libere, il passo gara Red Bull non lascia scampo a Hamilton, che deve anzi guardarsi alle spalle da Perez che, con gomme più fresche, prova ad andare a prenderlo.
Giro 70/71 - Perez arriva negli scarichi di Hamilton per gli ultimi giri, ma la Mercedes è veloce sul dritto e Lewis riesce a mantenere la seconda posizione. Verstappen trionfa, Bottas strappa il giro veloce all'ultimo passaggio e permette quanto meno alla Mercedes di mantenere 1 punto di vantaggio nella classifica Costruttori.

TOP

Max Verstappen - Il suicidio Mercedes lo agevola, ma la prima posizione se la va a prendere con una staccata da urlo. Poi ripropone il menù di venerdì, un passo veloce e costante che alla lunga sfiata la Mercedes di Hamilton. Implacabile.

Max Verstappen esulta davanti al pubblico esaltato di Città del Messico

Credit Foto Getty Images

Pierre Gasly - In qualifica sfrutta la scia gentilmente offertagli da Tsunoda, ma in gara legittima l'exploit con un gran passo che non lascia mai margine d'attacco alle Ferrari. Martello.

FLOP

Valtteri Bottas - Fa tutto quello che non dovrebbe fare. O forse ha qualche sassolino da togliersi dalle scarpe. In partenza tiene il centro della pista lasciando che Verstappen gli prenda la scia e gli si affianchi all'esterno. E con la complicità di Ricciardo, lascia poi il compagno da solo contro le due Red Bull. Coccolato il sabato, sotto processo Mercedes la domenica sera. Anche per un Mondiale Costruttori che si complica parecchio.
Lance Stroll - Si era già messo nei guai in Q1, con un errore imperdonabile e la partenza da fondo griglia. Il tentativo di rimonta finisce subito con un paio di 'lunghi'. Week end da dimenticare.

STATISTICA

Con la vittoria in Messico Max Verstappen mette 19 punti fra sè e Hamilton. Con quattro gare ancora da disputare. In condizioni normali avrebbe quasi una gara di vantaggio, ma occhio al Gp del Brasile, dove ci saranno i punti addizionali della Sprint Qualifying.

Perez-show per le strade di Città del Messico con la sua Red Bull

GP Messico
Leclerc e Sainz in coro: "Ci aspettavamo di essere più veloci"
07/11/2021 ALLE 23:06
GP Messico
Pagelle: Max pigliatutto, Ferrari felice a metà, harakiri Bottas
07/11/2021 ALLE 22:37