C’è una rivoluzione nell’aria in Formula 1. Max Verstappen, sempre più Super Max, in Messico ha fatto un altro passo avanti importante verso il suo primo titolo mondiale, quello che rappresenterebbe il ribaltone generazionale. Ora ha 19 punti di vantaggio a quattro gare dalla conclusione. Non abbastanza per stare tranquillo, ovviamente anche perché due delle ultime quattro gare si disputeranno su piste inedite dove è impossibile fare previsioni. Ma più dei 19 punti di margine in classifica pesano i 16”555 di vantaggio con cui Max Verstappen ha tagliato il traguardo su un Hamilton che negli ultimi giri ha dovuto tirare al massimo per difendersi dall’attacco finale di Perez.
Max partiva in seconda fila, ci ha messo poco più di 800 metri a schizzare in testa sfruttando il suicidio di Bottas. Gli è bastata la prima curva per prendere il comando e non mollarlo mai, senza mai avere davvero Hamilton negli specchietti. La sensazione è che anche senza l’errore di Bottas al via, la Red Bull fosse molto più competitiva della Mercedes e per Hamilton non sarebbe comunque stato semplice resistere. Certo se Lewis si fosse preso la pole, avrebbe magari avuto una carta in più da giocarsi, però (qualifiche messicane a parte) la Red Bull oggi è la miglior macchina in pista e in Brasile avrà un’altra pista favorevole per allungare ancora.
GP Messico
Leclerc e Sainz in coro: "Ci aspettavamo di essere più veloci"
07/11/2021 ALLE 23:06
Oggi il vento gonfia le vele della Red Bull che dopo il clamoroso autogol in qualifica, ha ripreso in mano la situazione e ha dominato la gara con Max, portando addirittura Perez negli specchietti di Hamilton. La Mercedes dovrà inventarsi qualcosa per ribaltare la situazione nelle ultime gare. Non sarà facile perché ormai c’è davvero nulla o quasi da giocarsi dal punto di vista degli sviluppi. Hamilton dovrà azzeccare ogni mossa per avere una chance. E così dovrà fare tutta la Mercedes a cominciare da Bottas che al via è stato tenero e ingenuo. Alla Red Bull non servono altri regali come quello della partenza messicana. In Brasile a novembre potrebbe giocare un ruolo importante anche il meteo con Max che a San Paolo sul bagnato ha sempre fatto cose straordinarie. La Mercedes sta rischiando di perdere anche il mondiale costruttori: ora le è rimasto un solo punto di vantaggio, quello che Bottas ha negato a Max togliendogli il giro più veloce alla fine (punto non assegnato perché Bottas era comunque fuori dai dieci). Sta davvero arrivando la rivoluzione.

Perez-show per le strade di Città del Messico con la sua Red Bull

GP Messico
Pagelle: Max pigliatutto, Ferrari felice a metà, harakiri Bottas
07/11/2021 ALLE 22:37
GP Messico
Max: "Vittoria pesante ma...", Lewis: "Red Bull troppo veloce"
07/11/2021 ALLE 21:21