Il Mondiale 2021 di F1 torna nuovamente in scena. Dopo l’appuntamento di Austin (Stati Uniti), l’attenzione si sposta a Città del Messico dove il Circus sarà protagonista di un weekend (5-7 novembre) molto importante. A tenere banco sarà la sfida iridata tra l’olandese Max Verstappen (Red Bull) e il britannico Lewis Hamilton (Mercedes), separati da 12 punti, ma anche il confronto per il terzo posto nel Mondiale costruttori tra la McLaren e la Ferrari. Attualmente, la scuderia di Woking precede la Rossa di 3.5 punti e per questo il risultato del fine-settimana potrebbe essere importante.
La SF21 ha mostrato dei miglioramenti importanti nelle ultime apparizioni, soprattutto da quando il team di Maranello ha aggiornato la propria power unit, dando modo al monegasco Charles Leclerc e allo spagnolo Carlos Sainz di guidare una monoposto più performante. Il target, quindi, in Messico è quello di confermarsi davanti a Lando Norris e a Daniel Ricciardo per effettuare il sorpasso nella graduatoria costruttori.
Siamo ancora a inseguire e mi aspetto una lotta molto serrata per il terzo posto nel Mondiale costruttori. La McLaren ha avuto un rendimento costante nel corso della stagione e non sarà facile fare meglio. Dobbiamo lavorare in maniera perfetta, ma siamo fiduciosi di poter centrare questo obiettivo. Negli ultimi GP le cose sono andate per il verso giusto e anche ad Austin, su una pista dove pensavamo avremmo sofferto, siamo riusciti a essere veloci e davanti alla McLaren. Ora dobbiamo andare avanti così. In teoria, il circuito messicano si adatta meglio alla nostra macchina, ma in questo 2021 abbiamo visto che nulla può essere dato troppo per scontato. Per questo dobbiamo solo concentrarci sul da farsi per rendere la vettura la migliore possibile“.
GP Messico
Verstappen, aria di rivoluzione: altro passo verso il titolo
08/11/2021 ALLE 08:10

Carlos Sainz

Credit Foto Getty Images

Sainz: "In Messico possiamo battere la McLaren"

"È una buona occasione per attaccare la McLaren qui in Messico. Loro sono in vantaggio in classifica, ma nelle ultime gare eravamo più veloci noi. Sono stati migliori in Russia, noi in Turchia e ad Austin. È una bella battaglia, la possiamo vincere, ma non saprei chi è favorito. In ogni caso il 3° posto è più simbolico che altro, perché noi vogliamo tornare a lottare per le vittorie e se è vero che il terzo posto è meglio del quarto, per noi deve essere più che altro un allenamento per il futuro. Quest’anno abbiamo mostrato una buona reazione, nello sviluppo, nelle strategie e nella gestione delle gomme, la power unit è migliorata, stiamo andando nella giusta direzione e le nuove regole saranno un’ulteriore opportunità. Il passo qui? Siamo veloci, anche in qualifica, un buon risultato è possibile".

Perez-show per le strade di Città del Messico con la sua Red Bull

GP Messico
Leclerc e Sainz in coro: "Ci aspettavamo di essere più veloci"
07/11/2021 ALLE 23:06
GP Messico
Pagelle: Max pigliatutto, Ferrari felice a metà, harakiri Bottas
07/11/2021 ALLE 22:37