Messo in archivio l’appuntamento del Montmelò, è già tempo di pensare alla prossima tappa del Mondiale di Formula Uno 2022. Dalla Spagna ci si sposterà di pochi chilometri verso est, ovvero nel Principato di Monaco, per il Gran Premio più glamour della stagione. Tra le viuzze e gli iconici sali-scendi monegaschi, ci attende un fine settimana molto importante per l’intera annata. Da un lato, infatti, la Red Bull vuole continuare a “battere il ferro finché è caldo” (essendo reduce da tre vittorie consecutive e due doppiette nelle ultime uscite) mentre la Ferrari proverà a rifarsi con gli interessi dopo la sfortunata domenica catalana. Ma, come ben sanno i due team, nel settimo appuntamento stagionale dovranno iniziare a tenere in grande considerazione anche la Mercedes.
La scuderia di Brackley, infatti, a Barcellona ha messo in mostra miglioramenti importanti, tagliando parecchi dei decimi che li separavano (in fatto di prestazioni) da Red Bull e Ferrari. Toto Wolff si è detto particolarmente ottimista in vista del prosieguo della stagione, strizzando addirittura l’occhio a livello di titolo, per cui le rivali sono avvertite. Non sembra affatto sorpreso, tuttavia, Mattia Binotto. Il team principal delle scuderia di Maranello, infatti, racconta in questo modo quel che si attende dalle Frecce d’argento in vista di Montecarlo:
GP Monaco
Ferrari spiega gli errori di Montecarlo: “Ecco come abbiamo perso"
03/06/2022 A 11:12
“Monaco è una gara a sé, nella quale quel che si è visto a Barcellona non è detto che sia pertinente. Nel Principato penso che la Mercedes possa far parte della lotta, perché è una macchina che ha carico e trazione. Non sarei affatto sorpreso se George Russell e Lewis Hamilton facessero una buona gara in un circuito cittadino simile. Sarà importante fare un giro pulito, e che il pilota che nel giro da qualifica trovi il ritmo giusto e possa procedere senza traffico. Ci saranno tanti aspetti e dettagli che potranno fare la differenza”. In poche parole, ci sarà da divertirsi nel Principato. La Ferrari, vedendo le caratteristiche della F1-75 sembra la favorita, con la solita Red Bull prontissima a vendere cara la pelle. Ma, mai come in questa occasione, guai a sottovalutare la Mercedes. Lewis Hamilton e George Russell vogliono finalmente riportare le Frecce d’argento lassù, dove hanno alloggiato negli ultimi otto campionati.
Nel Principato penso che la Mercedes possa far parte della lotta, perché è una macchina che ha carico e trazione.

Leclerc, che guaio! Distrugge la Ferrari 312 all'Historic GP di Monaco

GP Monaco
Jos Verstappen: "Strategia a favore di Perez, deluso da Red Bull"
31/05/2022 A 16:33
GP Monaco
Perez rinnova con Red Bull fino al 2024: annuncio dopo Montecarlo
31/05/2022 A 14:36