Dopo il terribile incidente, con incendio, che ha coinvolto Romain Grosjean e ha tenuto con il fiato sospeso gli appassionati di Formula 1, l'organizzazione della F1 ha deciso di aumentare le misure di sicurezza in vista del nuovo appuntamento stagionale sul circuito di Sakhir.
Due file di pneumatici saranno poste a protezione dell’area dove, poco dopo la partenza, si è schiantata la Haas del pilota francese. La protezione a bordo pista verrà estesa anche alla curva 9, dalla quale saranno rimossi i cordoli. La configurazione del tracciato, come previsto, sarà diversa rispetto a quella di domenica scorsa: il giro si accorcerà di quasi due chilometri: da 3.5 a 5.4. Le curve saranno solo 11 e i tempi di qualificazione ridotti a circa 55 secondi.

GP Sakhir
Pagelle: Mercedes dietro la lavagna, incauto Leclerc
06/12/2020 A 20:06

Grosjean, il terribile incidente spiegato in 80 secondi

Evitiamo un Grosjean 2.0.

"I tantissimi dati disponibili ci permetteranno di determinare con precisione ogni elemento di ciò che è accaduto e questo lavoro è già iniziato - spiega il direttore della sicurezza della Fia, Adam Baker -. Prendiamo molto seriamente questa indagine e seguiremo un rigoroso processo per scoprire esattamente cosa è successo prima di proporre possibili miglioramenti".

"Non avevamo visto niente del genere da molto tempo, ma la rottura delle barriere e un rogo così importante normalmente hanno effetti fatali per un conducente", ha affermato il dg della Formula 1, Ross Brawn.

Preoccupati dall'accaduto, i vertici della FIA hanno avviato un'indagine su ciò che è accaduto in Bahrain. Lo studio delle prove durerà tra le sei e le otto settimane, e implicherà controlli a tappeto sui dispositivi, le strutture e l'organizzazione della sicurezza in pista.

Da Lauda a Grosjean, gli incidenti miracolosi della F1

GP Sakhir
Leclerc: "Ho fatto un errore, sorpreso da Perez"
06/12/2020 A 19:30
GP Sakhir
La Mercedes sbaglia tutto. Vince Perez davanti a Ocon!
06/12/2020 A 16:52