George Russell colpisce ancora. Il britannico, scelto per sostituire il campione del mondo in carica Lewis Hamilton, ha dimostrato una grandissima capacità di adattamento alla W11 Mercedes nel corso della prima giornata di prove libere del GP di Sakhir, penultimo round del Mondiale 2020 di F1. Sul tracciato inedito nel deserto, una sorta di semi-ovale, Russell ha ottenuto il miglior crono sia nella FP1 che nella FP2. Nella seconda sessione ha fermato i cronometri sul tempo di 54″713, a precedere l’olandese Max Verstappen (Red Bull) di 128 millesimi e il messicano Sergio Perez di 0″153 sulla Racing Point. Il campione del mondo della F2 2018, pilota in forza alla Williams quest’anno, è stato quello che meglio degli altri ha saputo sfruttare la gomma soft per la simulazione del time-attack.
Può sorridere, comunque, anche Verstappen che nella simulazione del passo gara è quello che è riuscito con maggior costanza a girare sul passo del 57″ alto, mentre le Frecce Nere hanno fatto più fatica, anche per il traffico. Una problematica che i team dovranno tener conto, in vista soprattutto della Q1 delle qualifiche. In questo contesto, una giornata negativa per l’altro alfiere di Brackley Valtteri Bottas: solo 11° il finlandese a 0″608, con tanti errori nelle sue tornate, forse innervosito anche dalla baldanza del suo team-mate. Servirà un chiaro cambio di passo in vista di domani da parte del finnico per non rischiare una brutta figura.
GP Sakhir
Russell vola nelle Libere 1 a Sakhir: primo. Vettel 8°
04/12/2020 ALLE 15:46

Ferrari, un venerdì da dimenticare

A completare il quadro della top-10 troviamo la Renault del francese Esteban Ocon, distanziata di 0″227, la Red Bull del thailandese Alexander Albon a 0″324, l’AlphaTauri del russo Daniil Kvyat a 0″355, la Racing Point del canadese Lance Stroll a 0″391, l’altra AlphaTauri del francese Pierre Gasly a 0″420 e la McLaren dello spagnolo Carlos Sainz 0″545. Molto male le due Ferrari: 16° il tedesco Sebastian Vettel e senza giri cronometrati il monegasco Charles Leclerc. Il teutonico ha sofferto molto il sovrasterzo della SF1000, incappando anche in un testacoda nel corso del turno. Difficile da portare al limite questa macchina per Seb, a 1″117 dal vertice. Una situazione difficile anche per quanto fatto nella simulazione del passo gara: due set di gomme spiattellati con i suoi errori.
Le brutte notizie, come detto, riguardano anche Leclerc che non ha preso parte praticamente all’intera sessione dal momento che sulla Ferrari del ragazzo del Principato si è rotto un semiasse nelle prime fasi. Un danno importante, che ha costretto Charles ad alzare bandiera bianca, quando stava completando un buon giro.
Venendo agli esordienti di questo weekend speciale: il brasiliano Pietro Fittipaldi, nipote del grande Emerson e scelto dalla Haas per sostituire il francese Romain Grosjean, ha concluso in 18ma piazza a 1″397, mentre il britannico Jack Aitken, che ha preso il posto in Williams di Russell, si è classificato 19° a 1″547. 13° posto, invece, per Antonio Giovinazzi sull’Alfa Romeo (+0″820), immediatamente alle spalle del finlandese Kimi Raikkonen (+0″771).

Fp2 GP Sakhir, i tempi

1 George RUSSELL Mercedes0:54.713 8
2 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing+0.128 5
3 Sergio PEREZ Racing Point+0.153 5
4 Esteban OCON Renault+0.227 4
5 Alexander ALBON Red Bull Racing+0.323 5
6 Daniil KVYAT AlphaTauri+0.355 5
7 Lance STROLL Racing Point+0.391 4
8 Daniel RICCIARDO Renault+0.411 3
9 Pierre GASLY AlphaTauri+0.420 3
10 Carlos SAINZ McLaren+0.545 7
11 Valtteri BOTTAS Mercedes+0.608 5
12 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+0.771 6
13 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing+0.820 6
14 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team+1.025 4
15 Nicholas LATIFI Williams+1.071 5
16 Sebastian VETTEL Ferrari+1.117 7
17 Lando NORRIS McLaren+1.318 4
18 Pietro FITTIPALDI Haas F1 Team+1.397 5
19 Jack AITKEN Williams+1.547 5
20 Charles LECLERC Ferrari- – 1
giandomenico.tiseo@oasport.it

Da Lauda a Grosjean, gli incidenti miracolosi della F1

Formula 1
L'addio di Sainz a Binotto: "Un piacere lavorare al tuo fianco"
30/11/2022 ALLE 10:58
Formula 1
🏎 Ferrari, in F1 la stabilità paga: Binotto va aiutato, non rimosso
21/11/2022 ALLE 08:49