Dopo la pole position numero 100 centrata ieri in qualifica, Lewis Hamilton completa il week end capolavoro sulla pista di Barcellona-Montmelò vincendo di forza il Gp di Spagna e infilando la terza vittoria stagionale. Battuto Max Verstappen, che pure aveva conquistato la testa della gara al via con un attacco cattivo il giusto ed un ritmo indiavolato nella prima metà di gara. Terzo Valtteri Bottas, poi l'ottimo Charles Leclerc, che porta la sua Ferrari ai piedi del podio precedendo la Red Bull di Perez e le due McLaren. Settimo posto per l'altra rossa di Carlos Sainz.
Se in qualifica Lewis aveva dato fondo a tutta la sua classe per battere una Red Bull complessivamente più veloce, nel Gp i ruoli si sono ribaltati, con la Mercedes apparsa più rapida sul passo gara. Ma Hamilton, trovatosi secondo alla prima staccata, ha dovuto forzare sulla strategia per andare a prendere Max nel finale di gara ed avere finalmente le armi per passarlo in pista con gomme più nuove. Un successo pesante, che porta la sfida diretta fra i due sul 3-1 per il campione in carica e che riporta la Mercedes ad essere la macchina di riferimento dopo i dubbi sorti nelle prime due gare. La FW11 ha risolto le proprie criticità di setup, ed ora è tornata a gestire alla perfezione le gomme oltre ad essere velocissima.

Hamilton trionfa a Barcellona.

Credit Foto Getty Images

GP Spagna
Cosa manca a Verstappen per poter battere Hamilton?
10/05/2021 A 09:14

ORDINE D'ARRIVO

HamiltonMercedes
VerstappenRed Bull+ 18"
BottasMercedes+ 28"
LeclercFerrari+ 50"
PerezRed Bull+ 1'2"
RicciardoMcLaren+ 1'9"
SainzFerrari+ 1'10"
NorrisMcLaren+ 1'41"
OconAlpine+ 1'49"
GaslyAlpha Tauri+1'57"

MOMENTI CHIAVE

Partenza - Al semaforo verde Verstappen prende un po' di scia ad Hamilton, lo attacca alla prima staccata e passa con cattiveria, con un leggero contatto fra le due macchine. Max sa che molte delle sue possibilità passano dalla prima curva, anche se il sorpasso non si rivelerà sufficiente. In curva 3 da segnalare anche il grande sorpasso all'esterno di Leclerc su Bottas per il 3° posto. Il finlandese tornerà davanti nella seconda metà di gara grazie alla strategia.
11° giro, Safety in pista - Safety car in pista per l'uscita di Tsunoda su Alpha Tauri. Si riparte con le posizioni che restano invariate e Lewis Hamilton che scalpita alle spalle di Verstappen senza riuscire ad attaccarlo, soprattutto grazie alla velocità di Max nell'ultimo settore, quello guidato, che gli permette di tenere l'inglese a distanza sul rettilineo principale.
25° giro, stop Verstappen - La pressione di Hamilton aumenta e Verstappen decide per l'undercut, fermandosi prima dell'avversario. Lewis prova a sfruttare qualche giro in più in pista, ma dopo il suo pit stop è ancora alle spalle dell'olandese.
43° giro, lo stop decisivo - Hamilton chiede di effettuare un secondo pit stop, enttra ai box e torna in pista a oltre 25" da Verstappen, ma con gomme nuove e ritmo molto superiore. Max, che lo aveva negli scarichi, non può fermarsi a sua volta se non accontentandosi del secondo posto, e decide di provare a restare in pista fino alla fine. E' la mossa decisiva, perché Lewis riesce a riprenderlo ed a presentarsi nuovamente dietro di lui, ma questa volta con gomme nuove contro quelle sfruttatissime della Red Bull.
60/66 - Lewis va - Hamilton arriva alle spalle di Verstappen e grazie ad un grip visibilmente maggiore lo supera senza difficoltà a 6 giri dalla fine, involandosi verso la terza vittoria stagionale

Lewis Hamilton durante il GP di Spagna valido per il Mondiale 2021 di Formula 1

Credit Foto Getty Images

IL MIGLIORE

Lewis Hamilton - Vince quando è il più veloce, vince quando non è il più veloce, vince quando deve inventarsi una strategia. Un campione a 360°. Per quanto una menzione la meriti abbondantemente anche Charles Leclerc, bravissimo nel tenere la sua Ferrari al 4° posto assaportando a lungo anche il podio.

IL PEGGIORE

Fernando Alonso - Dietro Ocon in qualifica, mai velocissimo in gara, attaccato e superato nel finale quando è uscito mestamente dalla zona punti. A inizio stagione qualcuno diceva che per Ocon le prime gare sarebbero state decisive, nel senso che se Alonso lo avesse schiacciato la sua carriera in Formula 1 sarebbe stata a rischio. Fin qui è successo esattamente il contrario.

LA STATISTICA

Cento pole position e una vittoria da campionissimo su un tracciato con poca storia motoristica, ma in un paese che invece ne ha molta. E allora ci piace associare Lewis ad un campione che vinse molto meno ma entrò nei cuori di tutti: Gilles Villeneuve vinse il suo ultimo Gp in Spagna, a Jarama, nel 1981. E ci lasciò un sabato 8 maggio 39 anni esatti prima della centesima pole di Lewis.

La Ferrari di Gilles Villeneuve

Credit Foto Imago

Enzo Ferrari: mito inarrivabile, orgoglio italiano

GP Spagna
Pagelle: Hamilton ha mille risorse, grande gara di Leclerc
09/05/2021 A 16:43
GP Spagna
Leclerc: “Montecarlo? Faremo bene, Mercedes e Red Bull superiori"
09/05/2021 A 16:31