Il Gp di Spagna sul circuito di Barcellona-Montmelò va in archivio con un'altra doppietta Red Bull e con la quarta vittoria stagionale di Max Verstappen, fortunato ma gagliardo nella gestione della gara e ora leader della classifica. Un Leclerc perfetto paga dazio alla rottura della turbina, mentre l'altro ferraista Sainz sbaglia due volte e si condanna ad un piazzamento fuori dal podio.
Chi è stato il pilota che si è messo più in evidenza? Quale driver o scuderia ha completamente perso la bussola ottenendo meno di quanto ci si potesse immaginare alla vigilia? Di seguito le nostre pagelle e i nostri voti al GP appena andato in archivio.
Max Verstappen (Red Bull, 1° classificato): voto 7 - A stendergli il tappeto rosso verso il successo sono la rottura di Leclerc ed il via libera dal muretto box su Sergio Perez, perchè lui si era complicato la vita con un errore in curva 4 che lo aveva relegato in 4^ posizione. Però alzi la mano chi, dopo l'uscita di pista e il DRS che si apriva a singhiozzo, avrebbe scommesso sulla sua vittoria. Veloce sul giro e nel rivedere la strategia di gara. Sempre presente.
GP Spagna
Leclerc out, Verstappen gode: vittoria e leadership nel mondiale. Sainz 4°
22/05/2022 A 14:44
Sergio Perez (Red Bull, 2° classificato): voto 6,5 - Vero che l'ordine di scuderia gli preclude ogni possibilità di vittoria nonostante il DRS a mezzo servizio di Verstappen alle sue spalle, ma gli manca sempre il graffio: solo 5° in qualifica, e mai realmente col passo gara del compagno.
George Russell (Mercedes, 3° classificato): voto 9 - Velocità e piazzamenti non gli mancavano, ma a Barcellona ha davvero preso la patente di grande: non solo ha piazzato la sua Mercedes in seconda fila e poi sul podio, e non solo ha battuto (ancora una volta) Lewis Hamilton: quel duello da fiato sospeso con sorpasso restituito a Verstappen fra curva 1 e curva 4 ha certificato che il suo livello è quello. Max e Charles sono avvisati.
Carlos Sainz (Ferrari, 4° classificato): voto 4,5 - In qualifica non riesce a stare davanti a Verstappen, e passi. Ma la partenza balbettante lo toglie ancora una volta subito dalle posizioni da podio, e l'errore al giro 7 gli compromette definitivamente la gara di vertice. Risale fino al 4° posto, ma solo perché Hamilton ha problemi nel finale e deve restituirgli la posizione. Il feeling con la nuova macchina a effetto suolo, come lui stesso ammette, non c'è. Ma a livello di classifica Costruttori inizia ad essere un problema.

Carlos Sainz nella ghiaia dopo il testacoda in curva 4, Twitter @F1

Credit Foto Twitter

Lewis Hamilton (Mercedes, 5° classificato): voto 6 - Bella rimonta dall'ultimo posto dopo lo speronamento di Magnussen ai suoi danni, ed una serie di giri su ottimo ritmo nella fase centrale della gara. Il nuovo fondo e le novità aerodinamiche della Mercedes hanno giovato alla sua velocità, e solo un problema idraulico gli ha impedito di chiudere anche davanti a Sainz. ma i bagliori Mercedes del week end catalano, suo malgrado, sono stati quelli di Russell.
Valtteri Bottas (Alfa Romeo, 6° classificato): voto 7 - Anche questa volta il primo 'degli altri'. Una costanza di rendimento e di risultati disarmante da parte di un pilota che in Mercedes non aveva nemmeno concretezza, oltre che velocità.
Fernando Alonso (Alpine, 9° classificato): voto 7 - Partiva dal fondo della griglia dopo la clamorosa eliminazione in Q1 ieri, ma la gara di casa gli ha dato la giusta fame per una risalita fino alla zona punti che nobilita il week end davanti al suo pubblico.
Charles Leclerc (Ferrari, n.c.): voto 8 - Fino alla rottura della turbina era stato dominante anche oltre le attese, così come era sempre stato davanti nelle libere e in tutte le sessioni di qualifica. Nella giornata nera della Ferrari, il bicchiere mezzo pieno è la sua prestazione in relazione al pacchetto di sviluppi sulla F1-75. Subito testa a Monaco, ma ora in classifica c'è Max davanti.
Yuki Tsunoda (Alpha Tauri, 10° classificato): voto 7,5 - Sembrava buio pesto per l'Alpha Tauri, lenta anche con Gasly e fuori già nel Q1 di sabato con entrambe le macchine. I problemi di pescaggio benzina, poi, non promettevano nulla di buono. E invece il giapponese è andato a prendersi un 10° posto pesantre e inaspettato. In crescita.

Yuki Tsunoda in grande spolvero con l'Alpha Tauri

Credit Foto Getty Images

Daniel Ricciardo (McLaren, 12° classificato): voto 5 - Sembra trovarsi bene nell'anonimato, anche quando il compagno Norris, imbottito di farmaci, riesce ad andare a punti. Sembra aver preso una pericolosa parabola discendente.
Kevin Magnussen (Haas, 16° classificato): voto 4 - Getta alle ortiche la qualifica nei top ten con uno sconsiderato attacco su Hamilton al primo giro, che finisce per distruggere la gara a entrambi. Intrepido oltre il lecito.

Ferrari F1-75, il video della nuova monoposto di Leclerc e Sainz

Formula 1
Classifica piloti e costruttori: Leclerc a -80 da Verstappen
20/03/2022 A 17:06
Formula 1
Formula 1 2022: calendario, circuiti, team e piloti, cosa devi sapere
14/03/2022 A 16:59