Il confronto degli aggiornamenti in F1 tiene banco. In una categoria in cui vige il tetto di spesa, i team devono assolutamente tener conto delle risorse e di come impiegarle. Stando ad alcune indiscrezioni che filtrano dal paddock, il “tesoretto” a disposizione di ogni squadra sarebbe pari a circa 10 milioni di dollari. Ecco che ogni scuderia sta applicando una sua strategia in merito. La Ferrari, fino a questo momento, non ha apportato alcuna modifica sostanziale alla F1-75, badando all’ottimizzazione del proprio pacchetto e raccogliendo due vittorie e diversi podi. Discorso diverso per Red Bull che, già dalla seconda tornata di test pre-season, ha costantemente introdotto delle novità più o meno importanti.
Alla prova dei fatti, nelle ultime due gare, la RB18 si è dimostrata leggermente più veloce e questo ha messo nelle migliori condizioni Max Verstappen di prevalere e di accorciare le distanze nei confronti della Rossa, comunque ancora in testa sia nella classifica piloti con Charles Leclerc che in quella costruttori.
Formula 1
Ferrari, domani Leclerc in pista a Monza per filming day
12/05/2022 A 13:53
Tuttavia, nonostante le voci riguardanti un budget investito al 75% delle risorse disponibili, Red Bull dovrebbe avere una vettura ancora degli update in vista del prossimo round a Barcellona (Spagna). La rivelazione è stata fatta dal consulente Helmut Marko che ha affermato che la monoposto di Milton Keynes subirà un dimagrimento di 3/5 kg per avvicinarsi al peso minimo previsto dalla FIA di 798 kg (fonte: F1-Insider.com). Una notizia di cui la Ferrari dovrà tener conto perché in questo confronto serratissimo l’incidenza del nuovo materiale sarà decisiva, al pari del rispetto delle regole del tetto di spesa.

Red Bull, Mercedes, Ferrari: le monoposto del mondiale 2022

GP Spagna
Vettel derubato dopo GP Spagna, insegue rapinatori in monopattino
IERI A 18:59
GP Spagna
Ferrari, servono affidabilità e una squadra a due punte
IERI A 09:32