Ci sono voluti cinque lunghi anni, ma alla fine la Red Bull è riuscita a rompere il dominio Mercedes e vincere per la prima volta sul circuito di casa, a Spielberg, dopo aver centrato sabato la prima pole position. L'alfiere non può che essere Max Verstappen, perfetto nel gestire il margine della sua monoposto sulle frecce d'argento e sempre più lanciato nella classifica del Mondiale 2021. E domenica prossima si corre ancora fra le montagne della Stiria per il Gp d'Austria, occasione per rimpinguare ulteriormente il vantaggio e scavare quel piccolo solco su Hamilton, come nelle intenzioni del team dal trampolino del doppio impegno casalingo. Staccatissimi dal due di testa Perez (3°) e Bottas (4°).

FERRARI RESUSCITATA

GP Styria
Verstappen ora sa stravincere; Ferrari, guai accontentarsi
28/06/2021 A 09:09
Il Gp di Stiria ha anche fatto rivedere la Ferrari delle libere di venerdì, veloce sul passo gara e in grado di lottare per essere la terza forza in campo: Sainz ha condotto una gara regolare, sfruttato al massimo i momenti in cui ha avuto pista libera e chiuso al 6° posto; Leclerc si è prodotto in una entusiasmante rimonta dal fondo per il danneggiamento all'ala anteriore nel primo giro, chiudendo poi 7° alle spalle del compagno. Fuori Gasly nel contatto iniziale col monegasco, Alonso ancora in zona punti, male Ricciardo e Ocon.

Charles Leclerc alle spalle di Mick Schumacher - GP Stiria Mondiale F1 2021

Credit Foto Getty Images

ORDINE D'ARRIVO

VerstappenRed Bull
HamiltonMercedes+35"743
BottasMercedes+46"145
PerezRed Bull+47"876
NorrisMcLaren1'13"
SainzFerrari1'19"
LeclercFerrari1'31"
StrollAston Martin1'46"
AlonsoAlpine1'47
TsunodaAlpha Tauri1'48

MOMENTI CHIAVE

Giro 1, Leclerc in fondo - Al semaforo verde Verstappen contiene Hamilton e Norris conservando la leadership, dietro si scatena la battaglia: un contatto fra Leclerc e Gasly costringe il francese dell'Alpha Tauri al ritiro ed il monegasco della Ferrari a rientrare ai box per cambiare l'ala anteriore, montare gomme dure e ripartire dal fondo del gruppo.
Giro 27, Pit fatale a Perez- Dopo una decina di giri al terzo posto, Lando Norris e la sua McLaren devono lasciare strada a Perez e Bottas, chiaramente più veloci. Ma al momento del pit stop la Red Bull perde tempo con la posteriore sinistra del messicano, e Bottas ne approfitta per passare al terzo posto con la sua sosta.
Giro 42, Sainz risale - I pit stop di Verstappen e Hamilton non cambiano la situazione davanti, con l'olandese che controlla un margine di 5" sulla Mercedes. Ad andare particolarmente lungo sulle gomme gialle è Carlos Sainz, che inanella giri molto veloci quando si ritrova pista libera davanti e al momento della sosta scavalca Alonso e Tsunoda, prendendosi poi in pista il 6° posto su Stroll dal 12° da cui era partito.
55° giro, si scatena Leclerc - Ripreso il 'trenino' dopo aver rimontato dal fondo, Leclerc effettua una seconda sosta per montare gomme medie e si scatena, superando in pista in pochi giri Vettel, Tsunoda e Alonso. poi va a prendere Stroll e chiude 7° dietro al compagno Sainz.
Ultimo giro: Lewis per il giro veloce - Tenuto a debita distanza per tutta la gara, Hamilton monta gomme nuove all'ultimo giro per prendersi, in mancanza d'altro, il punto addizionale del giro veloce. Ce la fa, ma paradossalmente è un'ammissione di debolezza.

Max Verstappen taglia il traguardo - GP Stiria Mondiale F1 2021

Credit Foto Getty Images

I TOP

Max Verstappen - Week end perfetto, primo in tutte le sessioni tranne quella del sabato mattina. Puntava al doppio impegno austriaco come trampolino di lancio verso il Mondiale, metà del lavoro è fatto.
Lando Norris - Impressionante per quanto fosse vicino a Verstappen e Hamilton in qualifica, per la facilità con cui è arrivato 5° - cioè il 1° degli "altri" - e per le scoppole che continua a rifilare a Daniel Ricciardo.
George Russell - Il pit stop gli distrugge la gara quando era entrato in zona punti con un ottimo spunto in partenza ed una prima parte di gara strepitosa. Nel suo futuro c'è la Mercedes, ma qualche soddisfazione vorrebbe iniziare a togliersela anche con la Williams.

I FLOP

Sergio Perez - Staccato in qualifica, nonché unico della doppia coppia Red Bull-Mercedes a non qualificarsi con gomme gialle. Perde il podio per colpa più del team che sua, ma 30" più avanti Verstappen teneva facilmente a bada Hamilton.
Daniel Ricciardo - In Francia sembrava aver trovato la direzione, qui è sprofondato nuovamente sia in qualifica che in gara. Mentre la macchina vola fra le mani di Norris.
Esteban Ocon - Da quando ha firmato per i prossimi 3 anni con Alpine non vede più Alonso, che lo stacca regolarmente. Sindrome da appagamento?

LA STATISTICA

Detto che la Red Bull ci ha messo cinque anni per trovare la prima pole position e la prima vittoria sul circuito di casa, sono i numeri Mercedes a raccontare meglio ciò che sta accadendo in questo 2021. Per esempio quello che dice che nell'era turboibrida, dal 2014 a oggi, Mercedes non aveva mai saltato l'appuntamento con la vittoria per quattro volte consecutive. Così come la Honda non ne vinceva quattro in fila dal 1991, epoca Senna.

Hamilton: "Continuiamo a combattere contro il razzismo"

GP Styria
Leclerc: "Grande macchina, bel lavoro sul passo gara"
27/06/2021 A 17:20
GP Styria
Pagelle: Verstappen perfetto, qual è la vera Ferrari?
27/06/2021 A 16:43