Verstappen non si accontenta più di vincere. Ha imparato a stravincere. La Ferrari invece sta cercando di accontentarsi anche di un sesto e settimo posto, arrivando doppiata al traguardo. Sono i segnali in arrivo dal Gran premio di Stiria, ottava prova di una Formula 1 che sta veramente cambiando padrone. Max sta imparando a comportarsi da leader, posizione che non aveva mai frequentato prima del Gran premio di Monaco. Lo fa con la sicurezza dello studente che si presenta davanti a professori conoscendo già le domande che gli verranno fatte.
Ha 18 punti di vantaggio su Hamilton e la possibilità di allungare visto che domenica si corre ancora sulla pista di casa della sua Red Bull. Max deve cogliere l’attimo, sfruttare il momento prima che la Mercedes organizzi una reazione che in passato (e in Ferrari lo sanno bene) non è mai mancata. Il motore Honda in questo momento pare aver superato quello Mercedes, ma resta da verificarne l’affidabilità che in passato non è mai stata una carta vincente. Per questo Max fa bene a non accontentarsi.
GP Styria
Leclerc: "Grande macchina, bel lavoro sul passo gara"
27/06/2021 A 17:20
https://i.eurosport.com/2021/06/27/3162239.jpg
Farebbe bene a non accontentarsi anche la Ferrari che invece è felice di un sesto e un settimo posto a un giro dal vincitore. Il risultato di Sainz e Leclerc non può certo esser considerato un buon risultato anche perché nessuno dei due ferraristi è riuscito a chiudere davanti a Norris. Di positivo però c’è la reazione che la squadra ha avuto dopo il flop francese sette giorni prima. Nella prima delle due gare austriache gli uomini di Maranello si sono concentrati sull’assetto e il ritmo gara e il risultato alla fine c’è stato. È questo che fa ben sperare per il 2022: il metodo di lavoro. Senza l’incidente con Gasly al primo giro, Leclerc avrebbe chiuso davanti a Norris. Con un piazzamento migliore in qualifica (era 12°) e senza Hamilton davanti che lo ha rallentato dopo il pit stop (Carlos era doppiato) anche Sainz sarebbe finito davanti a Norris.
https://i.eurosport.com/2020/12/19/2958087.jpg
Oggi l’obbiettivo della Ferrari è realisticamente solo questo: essere la prima forza dietro a Red Bull e Mercedes. Gare come quella di ieri tra un anno sarebbero un disastro: Binotto & c. andrebbero processati per direttissima con poche chance di essere assolti. Quest’anno però non si può pretendere molto di più considerando il blocco regolamentare che ha impedito di rivoluzionare un progetto abbastanza disastroso come la SF1000. Ma accontentarsi sarebbe un errore. La Ferrari deve imparare più possibile da questa stagione. Di buono ci sono i due piloti che lottano come Max. Solo che lui guida un’astronave. Charles e Carlos quella che, se andrà bene, sarà al massimo la terza forza del campionato.

Verstappen: "Mercedes favorita per il titolo ma la Red Bull può rendergli vita dura quest'anno"

GP Styria
Pagelle: Verstappen perfetto, qual è la vera Ferrari?
27/06/2021 A 16:43
GP Styria
Verstappen stravince, Hamilton 2°. Sainz 6° davanti a Leclerc
27/06/2021 A 12:51