George Russell su Mercedes pesca dal cilindro il giro perfetto e soffia la pole position del Gp di Ungheria alla Ferrari, che deve accontentarsi del 2° e 3° posto in griglia con Carlos Sainz e Charles Leclerc. Il giovane pilota inglese centra il miglior tempo nell'ultimo tentativo della Q3, pur senza essere il più veloce in nessuno dei tre settori dell'Hungaroring, ed ora rappresenta un problema per i piani di doppietta elaborati a Maranello. Disfatta per la Red Bull: Perez è fuori in Q2 con l'11° tempo, Verstappen sbaglia nel primo tentativo in Q3 ed ha poi un calo di potenza nel secondo tentativo, scivolando al 10° posto in griglia. Bene le Alpine di Ocon e Alonso, Sebastian Vettel paga il botto nelle FP3 ed è in penultima fila.

GRIGLIA DI PARTENZA

GP Ungheria
Horner bacchetta Binotto: "Non avrei mai annunciato una doppietta..."
03/08/2022 ALLE 07:34
George RussellMercedes1:17:377
Carlos SainzFerrari+0:044
Charles LeclercFerrari+0:190
Lando NorrisMcLaren+0:392
Esteban OconAlpine+0:641
Fernando AlonsoAlpine+0:701
Lewis HamiltonMercedes+0:765
Valtteri BottasAlfa Romeo+0:780
Daniel RicciardoMcLaren+1:002
Max VerstappenRed Bull+1:446

MOMENTI CHIAVE

Q1 - La Ferrari parte cauta, carica tanta benzina in macchina e manda in pista i piloti dopo diversi minuti. La pista è in continua evoluzione e le gomme morbide permettono più di un tentativo. Nel finale di sessione le Mercerdes montano gomme nuove e si mettono davanti a tutti con Hamilton e Russell. Sainz e Verstappen seguono, Leclerc si accontenta dell'8° tempo, Sergio Perez e la Red Bull iniziano a sentire puzza di bruciato: il messicano si salva al pelo col 14° tempo. Eliminate le sempre più disastrose Alpha Tauri e Sebastian Vettel, che ha preso parte in extremis alla qualifica dopo il botto nelle FP3.
Q2 - Verstappen e Leclerc dettano il passo, Fernando Alonso piazza la sua Alpine davanti alla Ferrari di Sainz, Sergio Perez conferma i problemi della Q1 e non va oltre l'11° tempo, che lo elimina clamorosamente dalla Q3.

Sergio Perez, Red Bull, qualifiche GP Ungheria, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Q3 - Primo tentativo con la Ferrari di Carlos Sainz in pole position provvisoria, dietro di lui George Russell e poi Charles Leclerc, autore di un leggero errore nel primo settore. Verstappen è 7° con un lungo in curva 2. Nel secondo tentativo Sainz si migliora ulteriormente e resta davanti al compagno Leclerc, mentre Verstappen ha problemi elettrici e deve rinunciare al giro così come Hamilton, culla cui Mercedes non funziona il DRS. Ma è l'altra Mercedes a sparigliare le carte, con un giro magico che gli vale la pole position.

I TOP

George Russell (Mercedes) - Quando fai il giro più veloce senza essere il migliore in nessuno dei tre settori, significa che non hai sbagliato davvero nulla. Una pole memorabile per l'inglese e problema per la Ferrari, che dovrà trovare il modo di passarlo velocemente in gara per non correre il rischio di vedersi arrivare addosso la Red Bull. E non sarà facile liberarsi di un Russell così brillante su una Mercedes che non eccelle ma è parecchio affidabile.
Carlos Sainz (Ferrari) - Il processo di adattamento alla F1-75 è completato, ora anche Carlos riesce a portarla al limite quanto Leclerc. Anzi, questo dell'Hungaroring è il primo week end in cui lo spagnolo è stato quasi costantemente più veloce del compagno.

George Russell, Carlos Sainz e Charles Leclerc, Qualifiche GP Ungheria, Formula 1, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Lando Norris (McLaren) - Non vuole essere da meno del suo ex rivale in Formula 2 Russell, e centra la seconda fila con ottime prospettive per la gara. Anche perché, al pari di Mercedes, la sua McLaren va forte su gomme dure.

I FLOP

Sergio Perez (Red Bull) - Sta diventando il grande assente: lontano dagli altri tre nelle libere, subito in crisi in qualifica. Lo spavento in Q1 non sembra svegliarlo dal torpore. Sembra che con gli sviluppi 'Max oriented' il messicano sia andato in crisi nel feeling con la macchina, ma certo i distacchi iniziano ad essere pesanti proprio mentre la Ferrari va forte con due macchine.
Sebastian Vettel (Aston Martin) - Che l'Aston Martin faccia fatica in qualifica rispetto alle libere è cosa nota, ma qui ci ha messo del suo con l'uscita di pista in FP3 che ha costretto la squadra a lavorare fino all'ultimo minuto utile per rimettergli in sesto, e non al 100%, la macchina. E' in penultima fila ed è un peccato, perché la nuova ala posteriore portata qui da Aston Martin sembra lavorare bene al punto da aver attirato la curiosità di Red Bull, Mercedes e Ferrari.
Pierre Gasly (Alpha Tauri) - La traversata nel deserto continua: la macchina è in caduta libera, ma Tsunoda gli è ancora una volta davanti.

Leclerc, che guaio! Distrugge la Ferrari 312 all'Historic GP di Monaco

GP Ungheria
Un sacchetto ha danneggiato Sainz nel GP d'Ungheria?
01/08/2022 ALLE 21:42
GP Ungheria
Wolff: "Strategia Ferrari? L'errore è stato fatto il venerdì"
01/08/2022 ALLE 13:30