Destino beffardo per la Ferrari nelle qualifiche del GP d'Ungheria. Sembrava tutto apparecchiato per una prima fila tutta rossa con Carlos Sainz a precedere Charles Leclerc. Invece all'Hungaroring George Russell realizza un ultimo giro capolavoro e conquista la prima pole position della carriera. La scuderia del Cavallino Rampante non approfitta pienamente della giornata no Red Bull, può solo inchinarsi al 24enne britannico e guardare il bicchiere mezzo pieno: il team rivale, piegato dai problemi al motore di Verstappen e dall'esclusione in Q2 di Perez, parte lontano rispetto alle rosse, una quinta e una sesta fila in confronto alla prima e seconda ottenuta da Sainz e Leclerc su un circuito in cui sorpassare non è semplice. Occasione da non perdere.

Sainz: "Avevo il passo per la pole"

GP Ungheria
Horner bacchetta Binotto: "Non avrei mai annunciato una doppietta..."
03/08/2022 ALLE 07:34
"Avevo tutto sotto controllo, continuavo a fare passi verso la giusta direzione e mi sento sempre più a mio agio con la macchina" le prime sensazioni di Sainz al parco chiuso, leggermente amareggiato per la mancata pole position. "Probabilmente il secondo tentativo nel Q3 non è stato sufficiente per la pole: con un giro perfetto sarei stato davanti. Sentivo di avere il passo per la pole, ci è sfuggita nell’ultimo settore a causa di qualche errorino. Congratulazioni a Russell, deve avere fatto un bel giro".
La vittoria resta comunque alla portata, come dichiarato dallo spagnolo della Ferrari: "Abbiamo il passo, la partenza e la gestione delle gomme avranno un ruolo centrale. Il passo delle Mercedes è un’incognita, vedremo come si svilupperà la gara, se passeremo Russell al via sarà un bene". Fondamentale per i due ferraristi dunque cercare di superare la Mercedes allo start per evitare di perdere tempo e rischiare di soccombere alla rimonta Red Bull.

Leclerc: "Feeling strano in Q3, ho faticato con le gomme"

Il serial poleman di questa stagione, Charles Leclerc, stavolta non punge, anzi appare sorprendentemente più in difficoltà del compagno di squadra iberico sul giro secco. Il motivo viene spiegato dallo stesso pilota monegasco appena sceso dall'abitacolo: "Non è stata la mia giornata, con le gomme ho faticato. Non sono riuscito a mettere in temperatura gli pneumatici ed a realizzare un buon giro quando serviva" dichiara Leclerc al parco chiuso. "Sono convinto che abbiamo tutte le caratteristiche per tornare davanti nella gara di domani. Il passo è buono e siamo fiduciosi, dobbiamo solo analizzare quanto accaduto con le gomme".

Leclerc: "Mondiale piloti? Con Red Bull sarà battaglia dura. Dobbiamo..."

Russell: "È incredibile, venerdì è stato un disastro..."

Nessuno avrebbe creduto di poter chiudere davanti alle Ferrari sull'asciutto. Invece grazie ad un giro perfetto George Russell si gode la sua prima pole della carriera in Formula 1: "Penso sia davvero una sensazione incredibile, perché ieri è stato il mio peggior venerdì di tutto il campionato. Nella serata tutti ai box hanno lavorato tantissimo ma non sapevamo nemmeno quale direzione prendere. Poi all’ultimo tentativo del Q3 ho messo assieme curva 1, poi curva 2, fino all’ultima. Tutte in maniera eccezionale. Il tempo continuava a migliorare, ho tagliato il traguardo e ho visto che ero davanti a tutti. Una sensazione fantastica" ha detto il 24enne inglese nel post-qualifiche.
Si può pensare ad una Mercedes tornata competitiva per la vittoria al GP d'Ungheria? "Onestamente non lo so - risponde Russell - Ora dovremo analizzare tutti i dati e capire da dove sia arrivato questo giro. Abbiamo qualche idea, ma non so come mai siamo stati così forti, anche perchè solitamente la nostra vettura dà il proprio meglio in gara. Ieri le Ferrari sono state impressionanti, per cui domani dovremo spingere al massimo".

4 campioni del mondo, un debuttante, tanti big: ecco i 20 piloti per il 2022

GP Ungheria
Un sacchetto ha danneggiato Sainz nel GP d'Ungheria?
01/08/2022 ALLE 21:42
GP Ungheria
Wolff: "Strategia Ferrari? L'errore è stato fatto il venerdì"
01/08/2022 ALLE 13:30