Lewis Hamilton sfrutta pole position e favori del pronostico e fa suo il primo Gp del Qatar della storia della Formula 1. Il britannico campione del mondo in carica accorcia a 8 punti la distanza in classifica da Verstappen, che rimedia alla penalità rimediata dopo le qualifiche risalendo dalla 7^ alla 2^ posizione e limita i danni prendendosi il punto addizionale del giro veloce. Terzo uno straordinario Fernando Alonso, perfetto nel gestire la strategia ad una sola sosta ed a chiudere davanti all'altra Red Bull di Sergio Perez. Bottas paga la scelta strategica del team di lasciarlo in pista a lungo con le gomme della partenza, una foratura lo esclude dalla zona punti ed è poi costretto al ritiro. In ombra le Ferrari, al 7° e 8° posto con Sainz e Leclerc e doppiate.

Lewis Hamilton celebra la vittoria del Gp del Qatar.

Credit Foto Getty Images

ORDINE D'ARRIVO

Gran Premio del Qatar
Lewis Hamilton: “Voglio vincere in maniera pulita"
IERI A 16:56
Lewis HamiltonMercedes1
Max VerstappenRed Bull+ 27:596
Fernando AlonsoAlpine+ 56:994
Sergio PerezRed Bull+ 1:00:452
Esteban OconAlpine+ 1 giro
Lance StrollAston Martin+ 1 giro
Carlos SainzFerrari+ 1 giro
Charles LeclercFerrari+ 1 giro
Lando NorrisMcLaren+ 1 giro
Sebastian VettelAston Martin+ 1 giro

MOMENTI CHIAVE

Partenza - Hamilton ,mantiene il primo posto, Alonso si prende il 2° su Gasly, Verstappen ha uno scatto felino e risale subito dal 7° al 4° posto, condizione imprescindibile per provare a seguire Hamilton.
Giro 5/57 - Verstappen non trova ovviamente ostacoli da Gasly, sulla 'cugina' Alpha Tauri. Poi mette nel mirino Alonso e lo passa sul rettilineo principale, riportandosi al 2° posto in soli 5 giri. Hamilton e l'olandese fanno da subito gara a sé.

Il sorpasso di Verstappen ai danni di Gasly per la 3ª posizione, F1 GP Qatar, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Giro 10/57 - I due davanti allungano, i rispettivi 'secondi' provano a risalire: Perez recupera velocemente fino al 6° posto, Bottas ci mette qualche giro in più a trovare il ritmo dopo una partenza rivedibile.
Giro 18/57 - Verstappen prova l'undercut con la sosta ai box, Hamilton lo copre immediatamente e fra i due resta un gap di circa 6 secondi.
34/57 - Alonso allunga decisamente il primo stint con l'obiettivo di provare la sosta unica. In Mercerdes vanno oltre, tenendo in pista Bottas per 33 giri con le gomme dello start: il finlandese incappa però in una foratura, finisce fuori dalla zona punti ed è successivamente costretto al ritiro.
42/57 - Secondo pit stop sia per Hamilton che per Verstappen, situazione invariata. Si ferma per la seconda sosta anche Perez, dando nuovamente ossigeno alla strategia di Alonso.
47/57 - Verstappen fa segnare il giro più veloce, che gli varrà il punto addizionale. Perez prova ad andare a prendere Alonso.
55/57 - I cordoli alti costano la foratura anche a Norris, Russell e Latifi. La direzione gara opta per la virtual safety car, che dà una mano ad Alonso per conservare il 3° posto e conquistare il meritatissimo podio.

I TOP

Lewis Hamilton (Mercedes) - Il più lo aveva fatto ieri, con un giro di qualifica magico in Q3. In gara controlla lo start ed il ritmo senza troppi problemi, anche se Varstappen gli sfila il giro veloce.
Max Verstappen (Red Bull) - Limita i danni prima neutralizzando la penalizzazione in griglia entro pochi giri, poi cogliendo il giro più veloce che gli consente di presentarsi in Arabia Saudita con 8 punti di vantaggio invece che 6.
Fernando Alonso (Alpine) - Di gran lunga MVP del Gp del Qatar: bene in qualifica, benissimo in gara soprattutto nella gestione del primo stint su gomme morbide. A podio diciotto anni dopo la prima volta. Highlander.

I FLOP

Valtteri Bottas (Mercedes) - Male in partenza, così così nel ritmo gara, vittima infine di una foratura. Non è chiaro se per una scordolata di troppo io se per un eccesso di ottimismo del team. Il risultato finale, in ogni caso, è un pieno Red Bull nel Mondiale Costruttori.
Carlos Sainz (Ferrari) - Evidente che la SF-21 abbia sofferto il tracciato qatariota, sopravanzata da Alpine e Alpha Tauri. Però lo spagnolo si era costruito una buona qualifica e partiva 5° su gomme gialle, ha finito poco avanti al compagno Leclderc che partiva 13°.

LA STATISTICA

Fernando Alonso torna sul podio di un Gp di Formula 1 ben diciotto anni dopo la prima volta, e 2674 giorni e 107 Gran premi dopo l'ultima. L'Ibrahimovic della Formula 1.

Da Lauda a Grosjean, gli incidenti miracolosi della F1

Gran Premio del Qatar
Pagelle GP Qatar: Alonso highlander, Ferrari in ombra
21/11/2021 A 17:42
Gran Premio del Qatar
Sainz: "Gara noiosa", Leclerc: "Dobbiamo capire perché..."
21/11/2021 A 17:14