Con un giro magico nell'ultimo tentativo della Q3 Lewis Hamilton si prende la pole position del Gp del Qatar, terz'ultima prova del Mondiale di Formula 1. Il rivale Max Verstappen è 2° e al suo fianco in prima fila, ma con quasi mezzo secondo di ritardo. Poi Bottas e Gasly. Qualifica a due facce per la Ferrari: Sainz è 7° e partirà con gomme media, contro le morbide di diversi piloti davanti a lui. Male invece Leclerc, eliminato già in Q2 e 12° in griglia. Assente non giustificato Sergio Perez: anche lui alza bandiera bianca nella seconda manche, lasciando colpevolmente solo il compagno Verstappen a contenere l'assalto delle Mercedes. Occhio però al post qualifica: in una lotta serrata e senza esclusione di colpi, sia Toto Wolff che Chris Horner hanno anticipato reclami alla FIA per presunte irregolarità dell'avversario sulle ali posteriori. Probabile che a Losail sarà una serata di controlli e misurazioni approfondite.

Lewis Hamilton centra la pole position del Gp del Qatar.

Credit Foto Getty Images

GRIGLIA DI PARTENZA

Gran Premio del Qatar
Lewis Hamilton: “Voglio vincere in maniera pulita"
IERI A 16:56
Lewis HamiltonMercedes1:20:857
Max VerstappenRed Bull+ 0:455
Valtteri BottasMercedes+ 0:651
Pierre GaslyAlpha Tauri+ 0:813
Fernando AlonsoAlpine+ 0:843
Lando NorrisMcLaren+ 0:904
Carlos SainzFerrari+ 1:013
Yuki TsunodaAlpha Tauri+ 1:054
Esteban OconAlpine+ 1:201
Sebastian VettelAston Martin+ 1:958

MOMENTI CHIAVE

Q1: Alfa Romeo fuori - Verstappen fa segnare il miglior tempo in apertura, ma si intuisce da subito che la Mercedes è più veloce e alla fine è Hamilton a prevalere. Leclerc su Ferrari va in sofferenza e si qualifica in extremis, mentre restano escluse le Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi.
Q2: male Leclerc, disastro Perez - Mentre Carlos Sainz riesce a passare il taglio con gomme medie, Leclerc non va oltre il 12° tempo su gomma morbida ed è eliminato. Ancora più clamorosa l'eliminazione di Sergio Perez, che fallisce la top ten nel week end in cui Verstappen è sotto attacco. Eliminato anche Ricciardo su McLaren.

Charles Leclerc, Ferrari, GP Qatar, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Q3, magia di Lewis - Hamilton si prende la pole provvisoria già col primo tentativo, ma è col secondo che mette in pista una autentica magia: è l'unico a scendere sotto il limite dell'1'21", rifilando quasi mezzo secondo a Verstappen e oltre sei decimi al compagno Bottas. Un altro segnale forte al campionato, oltre che miglior viatico per la gara di domani. Gasly prende il posto di Perez centrando la seconda fila col 4° tempo, Sainz è 7°, davanti a lui anche Alonso e Norris. Si vedrà se partire con gomma media aiuterà lo spagnolo sul piano strategico per avanzare in gara.

TOP

Lewis Hamilton (Mercedes) - L'impressione è che il giro decisivo in Q3 sia stato un numero di magia. Chiaro che il motore fresco gli sta dando parecchio, ma Lewis sta veramente tirando fuori tutto ciò che è possibile da se stesso e dalla macchina. Magic moment.
Fernando Alonso (Alpine) - Per mettersi in terza fila sfrutta una scia di Hamilton nel primo tentativo della Q3, anche questo è talento. Comunque veloce già da venerdì.
Pierre Gasly (Alpha Tauri) - E' sempre più de facto il secondo pilota Red Bull, viste le prestazioni di Perez. Gli chiedono di essere il primo topo i top 4, e lui ci riesce quasi sempre. Difficile dire se anche in gara potrà dare una mano a Verstappen.
Carlos Sainz (Ferrari) - La posizione di partenza non è niente di che, ma sul tracciato qatariota la Ferrari ha sofferto fin dalle sessioni del venerdì, e lui è stato molto abile a trovare il taglio per la Q3 con gomme medie, mentre Gasly, Alonso e Norris davanti a lui avranno gomme morbide. Una flessibilità strategica da sfruttare in gara, anche se la SF21 sembra aver perso qui il margine su Alpine e McLaren.

FLOP

Charles Leclerc (Ferrari) - Si salva al pelo in Q1, viene eliminato in Q2 pur montando gomme morbide, a differenza del compagno di team. Un week end fin qui preoccupantemente sotto tono, con l'aggravante di non averci capito nulla, come confessato via radio. Disorientato.
Sergio Perez (Red Bull) - Anche lui non trova mai il guizzo fino a seguire la sorte di Leclerc, con la clamorosa eliminazione in Q2. Con le Mercedes così agguerrite, lascia solo Verstappen nella battaglia più dura. Molto male.

Da Lauda a Grosjean, gli incidenti miracolosi della F1

Gran Premio del Qatar
Pagelle GP Qatar: Alonso highlander, Ferrari in ombra
21/11/2021 A 17:42
Gran Premio del Qatar
Sainz: "Gara noiosa", Leclerc: "Dobbiamo capire perché..."
21/11/2021 A 17:14