Passerà alla storia come il pilota in grado di rompere il dominio Red Bull in un mondiale praticamente a senso unico. E come l'uomo in grado di scatenare le più accese discussioni. Lewis Hamilton è sinonimo di polemica e soprattutto spettacolo. L'inglese è il più veloce nel sabato di qualificazioni per il Gran Premio di Corea. Sua la pole e sua, di diritto la prima dichiarazione a caldo:
"Sono felice e orgoglioso del lavoro del mio team. Devo dire grazie alla McLaren se oggi sono riuscito a battere le irraggiungibili Red Bull. Sono felice ma consapevole che i conti, in Formula Uno, si fanno solo alla fine della gara. Mi godo il momento perché devo dire che questa è la prima gioia dopo non so quante gare. Bene le qualifiche ma il bello arriverà domani"
Corea amara per Sebastian Vettel, a caccia del record di pole stagionale di Nigel Mansell. Il campione del mondo si "accontenta" del secondo posto in griglia di partenza ma non sembra esserci tempo per le critiche e la delusione. Il tedesco si mostra addirittura soddisfatto: "Siamo stati più vicini del previsto. Le McLaren hanno dimostrato fin dalle prime libere di avere un ritmo incredibile e si pensava a un distacco maggiore in qualifica. In più non c'è da sottovalutare la strategia gomme. Abbiamo conservato le morbide e in gara la scelta della mescola e pit stop saranno fondamentali".
Gran Premio di Corea
Auguri Felipe, 150 volte Massa
15/10/2011 A 07:13
Terzo tempo per quello che secondo molti è già il secondo pilota del mondiale, Jenson Button. L'inglese si piazza alle spalle del compagno di squadra Hamilton in attesa di attaccare domenica in gara: "Prima di tutto complimenti a Lewis perché ha fatto un lavoro fantastico ed è riuscito a spezzare il dominio della Red Bull. Purtroppo ho perso qualcosa nell'ultimo settore, non so se all'ultima curva è successo qualcosa con il limitatore di velocità, vedremo poi con i tecnici. Nonostante questo piccolo problema sono contento perché la monoposto ha risposto alla grande e rimane competitiva in vista della gara. Non posso pretendere di più dal team".
Quarto posto per l'altra Red Bull di Marc Webber. L'australiano in questa ultima parte di stagione sembra non riuscire più a sorprendere e restare al livello del compagno di squadra Vettel. Anche in Corea qualche errore di troppo hanno complicato la prestazione del pilota: "E' stata decisiva la curva 3, ho perso un po' il posteriore lasciando qualche decimo. Decimi che non sono riuscito a recuperare negli altri settori. In gara sarà importantissimo il giusto impiego dei pneumatici. Il quarto posto alla fine può anche andar bene, naturalmente partire al fianco di uno come Button non è mai facile ma vedremo, la gara è lunga".
Nonostante la delusione per essere rimasto fuori dalla top ten, Michael Schumacher non si mostra preoccupato e anzi mette in evidenza alcuni lati positivi: "Vorrei cominciare con le cose positive. Quando le cose vanno così è inutile piangersi addosso: per la gara di domani ho salvato ben due set di gomme. Per quanto riguarda il risultato di oggi chiaramente non possiamo essere contenti, in Q1 è andato tutto bene, purtroppo in Q2 ho cominciato a sentire delle vibrazioni strane. Per non peggiorare la situazione abbiamo quindi deciso di rientrare ai box e attendere. Purtroppo siamo rimasti fuori ma l'importante adesso sarà risolvere questi problemi per la gara di domani".
Gran Premio di Corea
Hembery "Gomme importanti in gara"
15/10/2011 A 12:03
Gran Premio di Corea
Alonso nervoso "Le novità? Sono sesto!"
15/10/2011 A 08:27